I presidenti delle Camere di Commercio di Rieti e Frosinone

Marcello-PigliacelliVincenzo Regnini confermato alla Cciaa di Rieti, mentre nel capoluogo ciociaro arriva Marcello Pigliacelli

ROMA – Si va completando il quadro di vertice del sistema camerale del Lazio. Oggi infatti Vincenzo Regnini è stato riconfermato alla guida della Camera di Commercio di Rieti, mentre Marcello Pigliacelli è stato eletto all’unanimità a capo della Camera di Commercio di Frosinone.

L’elezione di Regnini è avvenuta all’unanimità dei presenti, testimoniando un visibile segnale di compattezza da parte del mondo delle imprese, bancario, della cooperazione, del consumo e dei sindacati dei lavoratori che, come commentato da Regnini che ha ringraziato i presenti per la fiducia concessa, “dà forza al posizionamento che la Camera di Commercio di Rieti vuole assumere soprattutto in un momento estremamente delicato per la tenuta economico produttiva e sociale in cui numerose istituzioni territoriali e non sono messe in discussione”.

“Quello che intendiamo portare avanti su mandato del sistema della rappresentanza – ha precisato Regnini – è non solo la volontà di salvaguardare tali istituzioni ma soprattutto la necessità di dimostrare che operazioni condotte semplicemente con il “cancellino” non servono a risolvere i problemi”.

regnini

Il nuovo consiglio che governerà la Camera di Commercio di Rieti per i prossimi 5 anni e che si riunirà nei prossimi giorni per la nomina della Giunta è costituito da 22 consiglieri con la riconferma di Pietro Santoprete, Marco Rughetti, Francesco Dante, Enzo Santilli, Riccardo Guerci, Antonello Castellani, Sauro Antonelli, Alessandro Santocchi, Maurizio Aluffi, Vincenza Bufacchi, Antonio Zanetti, Carmine Rinaldi, Enrico Scipioni e Vincenzo Regnini. Consiglieri di nuova nomina sono invece Fabrizio Di Vittorio, Silvio Gherardi, Riccardo Curci, Enzo D’Ambrosio, Domenico Napoleone, Paola Pennino, Marco Guidi e Bruno Pescetelli.

Anche Pigliacelli, eletto per acclamazione all’unanimità dal nuovo Consiglio camerale, si è soffermato sul ruolo della rete camerale. ”La Camera di Commercio – ha dichiarato il neo presidente – deve continuare ad essere quel faro nella notte di cui il nostro territorio ha bisogno. Insieme con tutte le istituzioni e le associazioni dobbiamo fare un progetto comune, dove tutti siamo capaci di fare un passo indietro per gli interessi degli altri. Fino a novembre avrò il doppio ruolo, quello di presidente della Cciaa e di Unindustria, ma già da oggi sarò un po’ più presidente della Cciaa e un po’ meno presidente degli industriali, perché credo che noi tutti, qui dentro, dobbiamo avere la capacità di spersonalizzare il settore da cui veniamo per cercare di fare ragionamenti più ampi che coinvolgano tutti e tutto nell’interesse di questo territorio”. 

Su due punti del programma si è soffermato, in particolare, Pigliacelli: “Dobbiamo puntare su l’internazionalizzazione e sulle collaborazioni con enti che possano rendere la nostra azione più incisiva e più forte. Quando si fanno le cose insieme si è più forti. Questa, secondo me, – ha concluso Pigliacelli – è la parola d’ordine che deve muovere l’azione di questo ente camerale da domani mattina”.

“Mi congratulo e faccio i migliori auguri di buon lavoro – afferma Giancarlo Cremonesi, presidente di Unioncamere Lazio – a Marcello Pigliacelli per la sua nomina, all’unanimità, al vertice della Cciaa di Frosinone. La sua consolidata esperienza del mondo produttivo ed economico locale sarà sicuramente di grande aiuto e sostegno al tessuto produttivo frusinate in una fase complessa e difficile come è quella che stiamo vivendo. A Florindo Buffardi va il mio sentito ringraziamento per il grande lavoro svolto fino a oggi e che lo continuerà a vedere impegnato nel ruolo, altrettanto prestigioso, di vice presidente di Unioncamere Lazio”.

Potrebbero interessarti anche