Calciomercato, i 10 acquisti più costosi della Serie A

hernan_crespoDa Crespo a Buffon, a classifica dei trasferimenti top in Italia. La Lazio il club che ha speso di più seguita dalla Juve

 

ROMA – Dopo aver scoperto i 10 acquisti più costosi della storia di tutto il calcio europeo, Calciomercato.it propone la classifica dei trasferimenti top nel campionato italiano. Crespo il re del mercato, pagato 55 milioni dalla Lazio di Cragnotti, seguito a ruota dal portiere della nazionale Buffon.

1) HERNAN CRESPO – Il duello a distanza tra Juve e Lazio per Valdanito, nell’estate del 2000 fu vinto dai biancocelesti di Cragnotti grazie ad un’offerta irrinunciabile al Parma: soldi più i cartellini di Conceicao e Almeyda, per un valore totale di 55 milioni di euro. A Roma, Crespo si laureò subito capocannoniere con 26 reti, una sola su calcio di rigore.

2) GIANLUIGI BUFFON – Per convincere il Parma a privarsi del portiere della nazionale, nel 2001 ci vollero 54,2 milioni di euro (75 miliardi di lire più la cessione a titolo definitivo di Jonathan Bachini, valutato 30 miliardi): arrivato alla Juve per sostituire il disastroso Van Der Sar, Buffon divenne l’acquisto più costoso nella storia del club torinese.

3) GAIZKA MENDIETA – Sergio Cragnotti nel 2001 lo porta alla Lazio per sostituire il partente Nedved spendendo 48 milioni di euro. Cifra mai ripagata sul campo, visto che Mendieta, nonostante la fama di centrocampista più forte d’Europa, in 20 presenze con la maglia biancoceleste si rivela un flop di dimensioni inaudite.

4) CHRISTIAN VIERI – Un affare per la Lazio, che ad un anno dal suo acquisto, per 25 milioni dall’Atletico Madrid, lo rivende a 45 mln all’Inter, in un’operazione che porta anche Diego Simeone in maglia biancoceleste, uno degli artefici dello scudetto laziale del 2000.

5) MANUEL RUI COSTA – Dopo sette stagioni in maglia viola, finalmente la Fiorentina si decide a privarsi del talento portoghese, volato al Milan per 42 milioni di euro. In rossonero, dopo un anno tra alti e bassi, Rui Costa diventerà uno dei perni della prima era Ancelotti, conquistando la Champions League nel 2003 e lo scudetto l’anno successivo.

6) PAVEL NEDVED – Estate 2001: dopo aver appena rinnovato il proprio contratto con la Lazio, Pavel Nedved viene letteralmente ‘sequestrato’ da Luciano Moggi che gli invia un aereo privato per portarlo, con famiglia al seguito, a Torino e convincerlo ad accettare la Juventus. Scelta azzeccata: con 41,2 milioni di euro, i bianconeri si assicurano un giocatore che vincerà il Pallone d’oro, porterà in dote 4 scudetti e seguirà la ‘Vecchia Signora’ anche in Serie B.

7) FILIPPO INZAGHI – Ancora estate 2001, ancora protagonista la Juve: Lippi, appena tornato in bianconero, non crede alla coesistenza tra Inzaghi e Trezeguet e lascia Super Pippo libero di accasarsi al Milan che versa 37 milioni nelle casse torinesi. Soldi ben spesi, visto che in rossonero, Inzaghi vincerà tutto, con più di 300 reti all’attivo e andando a segno nelle finali vinte di Champions League, Supercoppa Europea e Mondiale per club del 2007.

8) LILIAM THURAM – Ambito da mezza Europa quando giocava nel Parma, il francese lasciò l’Emilia solo quando la Juventus offrì 36,5 milioni ai gialloblù, cifra record mai pagata per un difensore di Serie A.

9) CRESPO, ANCORA LUI – Oltre a detenere il record di giocatore più pagato nella storia della Serie A, Crespo entra in classifica per la seconda volta, piazzandosi al nono posto con il trasferimento che nel 2002 lo portò dalla Lazio all’Inter. Costo dell’operazione: 36 milioni di euro.

10) GABRIEL OMAR BATISTUTA – Il più grande colpo di mercato della gestione Franco Sensi: non appena la Lazio virò su Crespo, il patron giallorosso sferrò l’attacco decisivo alla Fiorentina, assicurandosi il bomber argentino per 32,5 milioni di euro. I venti gol messi a segno al suo primo campionato, contribuirono in maniera decisiva al terzo scudetto della storia della Roma.

Potrebbero interessarti anche