10:41 | Croce Rossa, Cgil e Uil, lavoratori pronti a scioperare

Oggi e domani le commissioni competenti di Camera e Senato saranno chiamate a esprimere il proprio parere sullo schema di riordino della Croce Rossa italiana, approvato dal Consiglio dei ministri del 28 giugno.

Per Salvatore Chiaramonte ed Enrico Matteo Ponti, rispettivamente segretari nazionali di Fp-Cgil e Uil-Pa, “tralasciando i problemi istituzionali e costituzionali che la procedura scelta dal governo solleva, lo schema di riordino pregiudica i servizi resi ai cittadini, che saranno drasticamente ridimensionati soprattutto nel settore dell’assistenza e dell’urgenza, nonché la tenuta occupazionale degli operatori del settore, circa 4.000 addetti”.

Per i due sindacalisti, “non è certo questo il modo di risolvere i problemi di un ente da sempre in prima linea nelle emergenze e costantemente impegnato a fornire assistenza ai cittadini, quei cittadini già pesantemente penalizzati dagli altri interventi del governo.

Senza un passo indietro e l’apertura immediata di un confronto – avvertono gli esponenti di Cgil e Uil – proseguiremo la mobilitazione, a partire dalla mattina di domani in piazza Montecitorio, davanti alla Camera dei deputati, pronti allo sciopero di tutti i lavoratori della Croce Rossa italiana”.

Potrebbero interessarti anche