11:42 | Giochi, l’Imu frena le puntate degli italiani

Il primo sogno degli italiani che tentano la fortuna è quello di comprare la casa. Chi la casa ce l’ha già ha deciso di spendere un po’ meno a Lotto, lotterie e scommesse, per poter pagare l’Imu. E’ quanto emerge dall’andamento delle spesa effettiva per i giochi (ovvero la raccolta al netto delle vincite) registrata a giugno: complessivamente raggiunge gli 1,4 miliardi, ma tra la prima e la seconda metà del mese c’è una differenza di circa il 10%, 740 contro 660 milioni.

E’ la prima volta, informa l’Agicos, che si registra una discrepanza simile, inevitabile addossare almeno parte della responsabilità al pagamento della prima rata dell’ imposta municipale unica. Il fenomeno si è riscontrato anche per quanto riguarda la raccolta (sugli oltre 7,1 miliardi giocati a giugno, 3,9 sono stati puntati nei primi 15 giorni, contro i 3,2 di fine mese), e ha avuto riflessi sul gettito erariale (sui circa 650 milioni di gettito, 360 sono stati incassati grazie alle giocate dei primi 15 giorni, e 290 nel resto del mese).

Potrebbero interessarti anche