13:06 | Intesa Sanpaolo: accordo con Ance, 2 mld per rilancio settore edile

Intesa Sanpaolo mette a disposizione delle imprese Ance (associazione nazionale costruttori edili) un plafond di due miliardi di euro per lo sviluppo di iniziative immobiliari, con particolare attenzione alla valorizzazione del patrimonio esistente. Lo consentirà un accordo siglato da Paolo Buzzetti, presidente dell’Ance, ed Enrico Cucchiani, amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, per “contrastare la crisi del settore edilizio e facilitarne la ripresa, in sintonia con i provvedimenti inseriti nel ‘Decreto sviluppo’”.

Tra i principali obiettivi dell’accordo c’è “l’agevolazione delle imprese di costruzioni nella gestione delle unità abitative invendute, nella gestione dell’indebitamento a breve termine, nel finanziamento di nuovi cantieri, nell’anticipo del circolante su opere eseguite per conto di terzi”.

L’accordo si propone inoltre di sostenere il settore su aspetti come l’efficienza energetica, la formazione, l’internazionalizzazione e l’innovazione. In termini di relazione tra banca e impresa edile, sarà costituito un tavolo di lavoro congiunto per stimolare il dialogo tra imprese, banca e territorio e promuovere lo scambio di conoscenze e informazioni.

“L’ accordo con Intesa Sanpaolo rappresenta un grande risultato soprattutto perché in questo periodo di grave crisi per il settore è importante garantire alle imprese sane il sostegno finanziario adeguato”, dichiara Buzzetti.

“Il nostro gruppo – spiega Cucchiani – conferma la volontà concreta di essere al fianco delle imprese per accompagnarle nei processi necessari a traghettare il sistema imprenditoriale italiano oltre la crisi. L’intesa con Ance si inserisce in un contesto di iniziative che Intesa Sanpaolo sta portando avanti nei diversi comparti economici, con l’ obiettivo prioritario di assicurare il credito al sistema produttivo”.

Potrebbero interessarti anche