Csm, su pool Guariniello applicata la legge

Csm_sliderGli incarichi anche nei pool specializzati non possano protrarsi per più di dieci anni. La norma vale anche a Torino

 

ROMA – Il Csm, nel decidere la rotazione degli incarichi anche nel pool torinese del settore ”Tutela della salute e sicurezza nel lavoro” guidato da Raffaele Guariniello, ha solo applicato la legge che prevede che gli incarichi nei pool specializzati non possano protrarsi per più di dieci anni. Secca la replica del Csm a ”rappresentazioni non veritiere” riportate oggi da un quotidiano.

”La notizia dello smantellamento del pool di Torino è una piacevole rappresentazione non veritiera dei fatti – ha detto Mariano Sciacca di Unicost, presidente della VII Commissione sull’organizzazione degli uffici – perché la risoluzione deliberata dal Csm è avvenuta dopo un monitoraggio sulla regola del graduale avvicendamento che quasi tutti i pool avevano seguito”.

Per il togato Tommaso Virga, di magistratura indipendente, “il Csm non ha nessuna responsabilità nell’imporre la rotazione degli incarichi nel pool di Torino in quanto è la legge che impone questo tipo di avvicendamento. I capi degli uffici sapevano perfettamente che ci sono queste norme e dovevano agire per tempo”.

Francesco Vigorito di ”Area” ha aggiunto, sempre nel corso del plenum di Palazzo dei Marescialli, che ”a Torino non si smantella nulla ma si applica la legge dello Stato della quale, da molte parte, si e’ chiesta la modifica, proposta che non condivido, e il Csm non aveva altra scelta che applicare le norme”.

(Valentina Marsella)

Potrebbero interessarti anche