13:27 | Dal Campidoglio 116mila euro per risarcire cittadini da danni manifestazioni

Ammonta a 116.000 euro lo stanziamento deliberato dalla Giunta Capitolina per rifondere i danni subiti dai cittadini nel corso delle manifestazioni di protesta del 14 dicembre 2010 e del 15 ottobre 2011.

La decisione è stata illustrata nel corso di una conferenza alla quale ha preso parte il sindaco di Roma Gianni Alemanno: “E’ la prima volta che l’Amministrazione stanzia somme a ristoro dei danni causati da manifestazioni di protesta. Abbiamo agito – ha aggiunto – in supplenza dello Stato che non ha stanziato risorse, nonostante più volte da noi sollecitato”.

All’indomani degli scontri di ottobre, che provocarono danni ai beni pubblici e privati per oltre 1 milione e 800mila euro, Roma Capitale si è costituita parte civile nei procedimenti penali e ha attivato in favore dei cittadini danneggiati alcuni servizi tra i quali una serie di recapiti e un avviso pubblico per raccogliere le loro istanze, in seguito vagliate da un’apposita commissione costituita dai competenti uffici (Segretariato Generale, Avvocatura, Dipartimento attività produttive, Gabinetto del Sindaco, Ragioneria) e da rappresentanti di Assicurazioni di Roma.

Complessivamente le istanze pervenute agli uffici Capitolini sono state 114; di queste, 20 sono state archiviate per mancanza dei requisiti e 94 dichiarate valide (tra queste, 6 riguardano i fatti del 2010). Il contributo di solidarietà prevede uno stanziamento di fondi, erogati a persone fisiche o giuridiche, pari all’80% del danno riconosciuto, fino ad un massimo di 2.582 euro, per danni a beni mobili e immobili e per mancati incassi.

Sempre in tema di risarcimenti, il Sindaco ha ricordato che Roma Capitale è in attesa che siano sbloccate le risorse per il risarcimento dei danni causati dall’ alluvione e dalla neve dello scorso inverno.

Potrebbero interessarti anche