Le prime consulenze per la riduzione del debito

Origoni_GianniLo studio Gianni Origoni Grippo si aggiudica il mandato per l’acquisizione di Sace, Simest e Fintecna da parte di Cdp

 

ROMA – Sarebbe Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners, lo studio legale aggiudicatario del prestigioso mandato pubblico per la maxi acquisizione di Fintecna, Simest e Sace da parte della Cassa depositi e prestiti. Non è ancora nota, invece, l’offerta economica proposta dallo studio, che con ogni probabilità risulterà inferiore ai 200 mila euro indicati da Cdp come prezzo di partenza.

Com’è noto, la tripla operazione rappresenta la prima tappa concreta della strategia per la riduzione del debito pubblico programmata dal governo Monti. Il passaggio infatti delle quote dei tre enti dal Tesoro alla Cdp dovrebbe fruttare circa 10 miliardi di euro. Ai tempi d’oro delle privatizzazioni (1992-1994), una consulenza legale del genere si sarebbe tradotta in un pacco di milioni per gli advisor. Ma i tempi sono cambiati e, sulla carta, la triplice operazione dovrebbe essere eseguita praticamente a costo zero, andando incontro alla richiesta di “consulenza gratuita, o quasi” operata negli ultimi tempi dalla Pubblica amministrazione. Poi sappiamo che, a conti fatti, le cose non vanno sempre come dovrebbero.

Comunque il principio del massimo ribasso anche in campo consulenziale è stato adottato di recente nella gara per la valorizzazione del patrimonio immobiliare della Regione Piemonte (circa 200 milioni), cui hanno partecipato alcuni dei più importanti studi legali italiani. In quell’occasione, tuttavia, ad aggiudicarsi il mandato è stato Nctm, uno dei “Top Five” del panorama italiano degli studi legali, per fatturato e numero di professionisti, nato dalla fusione tra Negri Clementi Montironi e Toffoletto&Associati, con uno sconto del 66% sul prezzo di partenza di un milione di euro.

Potrebbero interessarti anche