11:42 | Lazio, accordo Regione Trenitalia. Senza biglietto sul treno non dovrà pagare sovratassa

“Il nuovo regolamento per l’accesso ai treni regionali per chi è sprovvisto del titolo di viaggio è un risultato molto positivo. Si tratta del prodotto di una proficua concertazione fra Trenitalia e Regione Lazio”.

Commenta così Francesco Lollobrigida, l’assessore della Regione Lazio alle Politiche per la Mobilità e il TPL, l’accordo raggiunto con Trenitalia, in base al quale, dal 23 luglio chi sale su un treno regionale senza biglietto potrà ancora mettersi in regola, senza incorrere in sanzioni.

“Nel frattempo che Trenitalia organizzi una rete vendite adeguata in tutte le stazioni, abbiamo ottenuto che, ove non siano disponibili canali di vendita (chiusura biglietteria, chiusura punto vendita nelle vicinanze, assenza self-service, ecc.), l’utente possa salire a bordo pagando il costo del biglietto, senza il sovraprezzo di 5 euro, ovviamente preavvisando il capotreno”. La stessa regola, sottolinea Trenitalia in una nota, è valida anche per chi sale sul treno senza aver vidimato il biglietto: avvisando immediatamente il capotreno i viaggiatori saranno regolarizzati con un sovraprezzo di 5 euro.

La nuova regola è valida per i viaggiatori in partenza da 131 stazioni, sulle 177 della Regione.  Nessuna maggiorazione è dovuta, invece, in altre 30 stazioni , se il viaggiatore parte da uno scalo sprovvisto sia di biglietteria, sia di emettitrici self-service o punti vendita alternativi. L’acquisto o la vidimazione del biglietto a bordo senza il pagamento del sovraprezzo è previsto anche nei casi di indisponibilità assoluta dei canali di vendita dovuta a temporanea chiusura della biglietteria, di sospensione momentanea della rete informatica e malfunzionamento delle validatrici presenti in stazione.

Per le rimanenti 16 stazioni  l’acquisto a bordo  non è previsto perché sono sempre dotate di rete di vendita.

Potrebbero interessarti anche