Scommesse, via alla gara per 2000 agenzie

scommesse_illegali_calcioBando entro il 31 luglio, offerte fino a metà ottobre. Base d’asta a 11mila euro con scadenza concessioni nel 2016

ROMA – Il bando di gara per 2000 agenzie di scommesse sportive e ippiche – da cui il Governo conta di incassare almeno 22 milioni di euro – sarà pubblicato dai Monopoli di Stato entro il 31 luglio, con la scadenza per la presentazione delle offerte fissata attorno alla metà di ottobre. Lo apprende Agipronews da fonti istituzionali, secondo cui l’intento dell’Amministrazione è quello di rispettare in pieno i termini fissati dal decreto fiscale che ha previsto la procedura.

Le assegnazioni dei 2000 punti vendita avverranno con una base d’asta a 11 mila euro, mentre la scadenza delle concessioni è stabilita al 30 giugno 2016. Il bando ha come obiettivo il prolungamento dell’attività delle concessioni per le scommesse sportive e ippiche rilasciate nel 2000 – circa 1000 punti già scaduti il 30 giugno 2012 che hanno ricevuto da Aams una proroga tecnica e che attualmente rappresentano il 25% degli incassi totali – e l’ingresso di nuovi partecipanti, italiani e comunitari, che potranno aprire le agenzie senza vincoli territoriali. Il testo del bando ha ottenuto giovedì scorso il via libera del Consiglio di Stato: i giudici di Palazzo Spada hanno fatto alcune osservazioni – in particolare sulle ipotesi di decadenza e revoca delle licenze in caso di inadempimenti del concessionario – sulle quali gli uffici di Aams sono già al lavoro.

Nel primo semestre 2012 le scommesse sportive hanno raccolto poco meno di 2miliardi di euro, in calo del 6 per cento rispetto al primo semestre 2011. Nel primo semestre la spesa complessiva degli italiani in scommesse sportive è stata di circa 366 milioni di euro, in calo del 20% rispetto al primo semestre 2011. Per l’Erario le scommesse hanno garantito circa 80 milioni di euro in sei mesi, in calo del 15% sul 2011.

Potrebbero interessarti anche