12:26 | Atac, CdA propone azione di responsabilità verso vertici in carica nel 2003

Il Consiglio di Amministrazione di Atac s.p.a. ha proposto all’Azionista Roma Capitale di valutare l’esistenza dei presupposti e degli elementi per l’esercizio dell’azione di responsabilità nei confronti dei componenti del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda in carica nel maggio 2003 in merito all’operazione denominata “cross border lease”. L’operazione, di natura prettamente finanziaria, si inseriva nel filone della cosiddetta “finanza creativa” molto diffusa in quel periodo. Il saldo netto negativo subìto da Atac ammonta a circa 23 milioni di euro.

L’attuale Consiglio di Amministrazione di Atac, riferisce Ferpress, ha chiuso definitivamente nei mesi scorsi l’operazione, nel frattempo divenuta sempre più rischiosa anche a causa della crisi internazionale dei mercati finanziari, e ha trasmesso le risultanze delle proprie analisi all’Azionista, alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica per le valutazioni di competenza.

Potrebbero interessarti anche