Calcioscommesse, raffica deferimenti a tesserati e società

Conte_sliderConte, Pepe, Di Vaio. Situazione più grave per Bonucci indagato per illecito sportivo

 

ROMA – Responsabilità diretta per Lecce e Grosseto; omessa denuncia per Antonio Conte. Sono arrivati oggi i deferimenti della Procura federale nell’ambito dell’inchiesta sulle scommesse nel calcio relativa alle indagini delle Procure della Repubblica di Cremona e Bari. La Procura federale – come comunica la Figc sul suo sito web – ha deferito alla Commissione Disciplinare 13 società e 44 tesserati.

La Commissione Disciplinare della Figc ha ricevuto l’elenco dei deferiti per la vicenda calcioscommesse redatto dal Procuratore federale Stefano Palazzi. La situazione più grave è quella di Leonardo Bonucci che rischia di essere squalificato fino a 3 anni: il difensore della Juventus è, infatti, indagato per illecito sportivo così come Daniele Portanova, Andrea e Salvatore Masiello, Alessandro Parisi e Nicola Belmonte. I fatti risalgono a Udinese-Bari del 9 maggio 2012. I giocatori in questione, che ai tempi militavano nel Bari, sono accusati di aver posto in essere atti diretti ad alterare lo svolgimento ed il risultato della gara, in funzione di un over con pareggio tra le due squadre in concorso tra di loro e con altri soggetti non tesserati e altri ancora non identificati. C’è anche l’aggravante dell’ “effettiva alterazione dello svolgimento e del risultato finale”.

Sempre per i fatti legati a Udinese-Bari, è stato deferito anche Simone Pepe, all’epoca giocatore dei friulani. L’accusa è meno grave: omessa denuncia per aver “violato il dovere di informare la Procura federale, omettendo di denunciare i fatti integranti illecito sportivo”.

L’allenatore della Juventus Antonio Conte è stato deferito dalla Procura Federale della Figc per omessa denuncia nell’ambito dell’inchiesta di Cremona sul calcioscommesse. Il tecnico bianconero sarà dunque convocato dalla Commissione disciplinare il prossimo 2 agosto a Roma. Conte rischia da 6 mesi a 1 anno di stop, ma qualora decidesse per il patteggiamento, la squalifica potrebbe ridursi a 3-4 mesi.

L’allenatore bianconero è stato chiamato a giudizio in relazione alle presunte combine nelle partite Novara-Siena e Albinoleffe-Siena nella stagione 2010-2011 quando era alla guida del Siena. Conte non è stato dunque deferito per illecito sportivo.
Tra gli indagati risulta anche Marco Di Vaio: omessa denuncia anche per l’ex attaccante del Bologna, in merito all’ incontro Bologna-Bari del 22 maggio 2010. Tra le società sotto accusa, quelle che rischiano di più sono Lecce e Grosseto: indagate per responsabilità diretta potrebbero essere a rischio retrocessione. Il Siena è invece a rischio penalizzazione per responsabilità oggettiva.

Prosciolto, invece, il Pescara e l’attuale presidente Daniele Sebastiani, così come l’ex direttore sportivo Fabrizio Lucchesi.

Ecco tutti i deferimenti

Le società
Responsabilità diretta
Lecce e Grosseto
Responsabilità oggettiva
Udinese, Bari, Portogruaro, Sampdoria, Siena, Ancona, Novara, Torino, Varese, Albinoleffe, Bologna

I tesserati
Illecito sportivo
Andrea Masiello, Salvatore Masiello, Nicola Belmonte, Alessandro Parisi, Leonardo Bonucci, Antonio Bellavista, Stefano Guberti, Marco Rossi, Filippo Carobbio, Daniele Padelli, Cristian Stellini (ex vice-allenatore Siena), Giuseppe Vives, Pierandrea Semeraro (presidente Lecce), Piero Camilli (presidente Grosseto), Carlo Gervasoni, Mario Cassano, Edoardo Catinali, Cristian Bertani, Davide Drascek, Mavillo Gheller, Marcelo Larrondo, Roberto Vitiello, Alessandro Pellicori, Emanuele Pesoli, Ruben Garlini, Davide Bombardini, Dario Passoni, Luigi Sala, Mirko Poloni, Fernando Coppola, Claudio Terzi, Marcello Sanfelice per illecito sportivo
Omessa denuncia
Simone Pepe, Guido Angelozzi (ex ds Bari), Simone Bentivoglio, Angelo Da Costa Junior, Antonio Conte (ex-allenatore Siena), Angelo Alessio (ex-vice allenatore Siena), Marco Savorani (ex-allenatore portieri Siena), Giorgio D’urbano (Ex-preparatore atletico Siena)
Violazione art.1 (lealtà sportiva)
Marco Esposito

Potrebbero interessarti anche