Polizia Municipale, possibile cambio della guardia

Giuliani_Angelo_sliderIl comandante generale Angelo Giuliani potrebbe non venir confermato alla guida dei vigili urbani

ROMA – Cambio della guardia ai vertici della Polizia Municipale. Domani scade infatti il contratto biennale del comandante generale Angelo Giuliani, da gennaio 2008 alla guida dei vigili della Capitale.

Secondo i rumors, il sindaco Alemanno sarebbe pronto a dare il ben servito al comandante finito a marzo scorso nell’inchiesta su presunte tangenti ai vigili del centro dopo le denunce dei fratelli Bernabei. Giuliani, nonostante non risulti neanche indagato, avrebbe pagato lo scotto non solo di quell’inchiesta, non ancora conclusasi, ma anche del caso Trony e di quello, poi rientrato, delle monetine a Fontana di Trevi.

In pole position per la sostituzione del comandante si fanno due nomi. Il primo, esterno, è quello del prefetto Oscar Fioriolli attualmente alla direzione centrale risorse umane della polizia ormai prossimo alla pensione. Il secondo, interno, è Carlo Buttarelli comandante del II gruppo (Parioli-Trieste) che in passato ha già guidato il comando del centro storico (dove sostituì proprio Giuliani), il Git e il Gssu. L’ipotesi Buttarelli sorpasserebbe tutti e tre i vicecomandanti. Diego Porta, voluto nella governance della Municipale proprio dal centrodestra, nei mesi scorsi ha subito un brusco stop con un passaggio a un ruolo meno operativo e ora sembra fuori dai giochi; Donatella Scafati «paga» la simpatia che godeva dalle passate giunte di centrosinistra e una scarsa intraprendenza e Antonio Di Maggio, apprezzato per la sua operatività (è stato promosso di recente) ma evidentemente non abbastanza per mettergli in mano il Corpo e anche i compiti di rappresentanza.

Nel pomeriggio, riferisce Il Messaggero, è previsto un faccia a faccia tra il sindaco e lo stesso Giuliani in Campidoglio e la notizia sarà ufficializzata nelle prossime ore anche se la decisione è quanto mai difficile viste le elezioni comunali alle porte.

Per il comandante sarebbe pronta una poltrona d’eccellenza, forse alla protezione Civile, o a un’azienda municipalizzata anche se Giuliani non avrebbe intenzione di lasciare il Corpo volendo rimanere un dirigente della Municipale.

Potrebbero interessarti anche