All’Italgas la distribuzione del gas a Roma

Gas_sliderLa controllata di Snam, unica partecipante, attende l’aggiudicazione provvisoria. Concessione per 12 anni

 

ROMA – Sembra essersi definitivamente conclusa la lunga e travagliata gara per la concessione per 12 anni del servizio di distribuzione del gas nel Comune di Roma. A vincere la gara è stato, come nelle previsioni, il vecchio concessionario, ovvero Italgas, la cui concessione era scaduta il 31 dicembre 2009. Si chiude dunque, dopo dieci mesi, un importante operazione strategica per la città caratterizzata da ricorsi, esclusioni, richieste sospensive, modifiche in corso d’opera.

Tutto ha inizio a settembre dell’anno scorso, quando viene pubblicato il bando di gara. Il disciplinare sin dall’inizio provoca critiche e polemiche, per ragioni eminentemente finanziarie, che di fatto escludono l’azienda pubblica romana Acea da un appalto del valore stimato di 1,2 miliardi di euro. Unico partecipante rimane dunque la controllata di Snam che però fa ricorso al Tar del Lazio. Le ragioni del ricorso, spiega Italgas, risiedono nel fatto che il bando non terrebbe conto del fatto che, nel macro-assetto previsto dal recente decreto ministeriale sugli ambiti, quello di Roma include anche altri comuni allacciati alla rete (Fiumicino, Ciampino, Frascati, Grottaferrata, Marino e Rocca di Papa), che la gara in corso invece con comprende. La società rileva inoltre cha la delibera che ha disposto la pubblicazione del bando non è passata in Consiglio Comunale, come invece secondo Italgas sarebbe stato richiesto dallo statuto municipale.

A novembre la Giunta capitolina corregge i requisiti tecnico-economici del bando al fine di favorire più partecipanti e migliorare la redditività. La nuova delibera, infine, proroga i termini di presentazione dell’offerta al 23 marzo 2012. Quello stesso mese arriva la sonora bocciatura da parte del Consiglio di Stato al ricorso di Italgas che chiude definitivamente la controversia e dà definitivamente il via libera al nuovo bando.

Italgas puntualmente presenta dunque la propria offerta per l’aggiudicazione del servizio di distribuzione nel territorio comunale di Roma Capitale e le relative buste vengono aperte e processate in seduta pubblica, lunedì 26 marzo. Italgas, inutile dirlo, risulta l’unica offerente.

All’esito degli adempimenti procedurali svolti, Italgas viene convocata dal Comune di Roma Capitale per lo scorso 18 luglio in seduta pubblica per dare lettura delle risultanze della valutazione, effettuata dalla Commissione giudicatrice, relativamente all’offerta tecnica presentata dalla Società, dopo di che si è proceduto all’apertura della busta contenente l’offerta economica, nonché alla stesura della relativa graduatoria.

Al termine della seduta, la Commissione giudicatrice ha dichiarato che a seguito della disamina della documentazione a corredo dell’offerta tecnica, Italgas ha ottenuto il punteggio massimo fissato dal bando di gara e che l’offerta economica è risultata allineata rispetto ai requisiti fissati dal bando di gara.

Sulla base di tali premesse, la Commissione giudicatrice ha dichiarato l’aggiudicazione provvisoria della gara in favore di Italgas ed ora la Società è in attesa di ricevere il relativo provvedimento definitivo.

Potrebbero interessarti anche