13:41 | Viterbo, lettere di minacce a tre prefetti e attuale sindaco. Arrestato

I Carabinieri della Compagnia di Ronciglione insieme al personale della Digos della Questura di Viterbo hanno arrestato, in esecuzione di una misura cautelare emessa dall’autorità giudiziaria di Viterbo, un uomo residente a Ronciglione, ritenuto responsabile di aver minacciato in più occasioni con lettere anonime pesantemente minatorie, contenenti anche proiettili di vario calibro, gli ultimi tre Prefetti di Viterbo e l’attuale sindaco di Ronciglione.

Secondo le indagini, portate avanti dalla Digos e dai militari, le minacce sono iniziate nel 2007, quando cominciarono ad arrivare le lettere minatorie con all’interno proiettili, ai prefetti di Viterbo che si sono succeduti fino ad oggi. Nelle lettere, insieme alle minacce di morte, si chiedeva di intervenire nell’attività politico amministrativa del Comune di Ronciglione in relazione alle corse a vuoto di cavalli, al Palio senza fantini. L’anno scorso un cavallo morì durante la corsa.

Nelle missive si chiedeva di modificare le modalità della corsa. In un’altra lettera, sempre minatoria, inviata ad un altro prefetto di Viterbo, si chiede di intervenire sempre nel comune di Ronciglione per presunte problematiche di inquinamento nel Lago di Vico provocate da condotte irregolari. Anche in questo caso le missive erano accompagnate da proiettili di diverso calibro. Anche l’attuale prefetto di Viterbo ha ricevuto lettere minatorie sempre con richieste di intervenire nelle attività del comune di Ronciglione.

Potrebbero interessarti anche