14:44 | Scuola, Codacons: 5000 docenti non abilitati Lazio, ricorso contro concorsone

Il Codacons e, con lui, migliaia di ricorrenti incassano pronunce favorevoli dei Tribunali italiani per il risarcimento dei danni in favore dei precari, da anni non immessi in ruolo. E prepara una mega azione collettiva contro l’assurda esclusione dal prossimo concorsone del Ministro Profumo di giovani e docenti che hanno lavorato per anni ma non hanno potuto abilitarsi per colpa esclusiva del Miur, che per oltre un decennio non ha indetto né concorsi né abilitazioni.
Anche le direttive europee prevedono che un adeguato servizio sia equivalente all’abilitazione all’insegnamento.

Con il ricorso si chiederà l’annullamento del bando limitatamente alla parte che non ha ammesso i circa 5000 docenti non abilitati nella regione Lazio al concorso e si chiederà dunque, in via urgente e immediata al Tar del Lazio, l’ammissione con riserva dei ricorrenti alle prove concorsuali.

Il Codacons ricorda che per partecipare all’azione è necessario inviare la domanda di partecipazione al concorso appena uscirà sulla Gazzetta Ufficiale il bando, anche se non si è in possesso dei requisiti necessari.

Per aderire andare sul sito www.codacons.it e seguire la procedura di iscrizione, compilando il form all’indirizzo http://www.termilcons.net/index.php?pagina=page_publicForm&idForm=141&css=1&access=ok o inviando un sms anche vuoto al numero 3920702492 o chiamando il numero a pagamento 892007.

E il Codacons invita tutti i precari laziali esclusi dal concorso a partecipare insieme ai consumatori alla giornata di mobilitazione e sciopero della spesa, che si terrà il 19 settembre.

Potrebbero interessarti anche