Serie A, ecco gli ingaggi: si sfonda il miliardo

Klose-sliderMilan e Inter in discesa, Roma e Lazio in crescita. Ai vertici gli stipendi di Sneijder e Buffon (6 milioni)

 

ROMA – Consueto appuntamento annuale col resoconto degli ingaggi di Serie A, stilato come sempre da ‘La Gazzetta dello Sport’. Questa stagione gli stipendi della massima serie toccano 866,3 milioni di euro base, che coi bonus diventano 1039,5: sfondano il tetto del miliardo, ma ciò non significa che non ci si stia attrezzando contro la crisi.

Gli addii illustri di molti campioni hanno ridotto sensibilmente le spese di diversi club: su tutti Milan e Inter, che hanno risparmiato rispettivamente 60 e 40 milioni di ingaggi, coi rossoneri capaci di centrare il pareggio di bilancio dopo l’ultima chiusura in perdita di 69.

Cresce invece la Juventus, che ritoccherà il tetto dei 115 milioni, così come la Lazio e la Roma, che hanno incrementato gli emolumenti. Società modello è sempre il Napoli: il totale lordo si attesta sui 54 milioni di euro. Ai vertici gli stipendi di Sneijder e Buffon (6 milioni), ma ci sono anche calciatori che non figurano in classifica: è il caso di Onazi, il centrocampista della Lazio che non ha ancora firmato un contratto da prima squadra, e sta giocando con quello che ha firmato ai tempi della Primavera.

Di seguito i totali e i maggiori stipendi percepiti dai giocatori di ogni società, in ordine decrescente:

Juventus 115: Buffon, 6.
Milan 120: Mexes, Pato e Robinho, 4.
Inter 100: Sneijder, 6.
Roma 95: De Rossi 6.
Lazio 66,2: Klose e Zarate, 2,1.
Napoli 53,2: Cavani, 4,5.
Fiorentina 33,8: Jovetic, 2,5.
Sampdoria 29,8: Palombo 1,5.
Genoa 28,9: Borriello, 1,4.
Bologna 28,4: Gilardino, 1,2.
Atalanta 23,7: Denis, 1.
Palermo 23,4: Miccoli, 1,2.
Torino 22: Bianchi 1,3.
Udinese 21,2: Di Natale, 1,3.
Parma 21,2: Amauri, 1.
Siena 18,9: D’Agostino, 0,8.
Chievo 15,9: Pellissier, 0,8.
Cagliari 15,9: Conti, 0,75.
Catania 13: Andujar, 0,6.
Pescara 10,8: Celik 0,4.

Potrebbero interessarti anche