10:41 | Editoria: Telese, ‘Pubblico’ sarà caustico e spietato

“Saremo caustici con la politica per salvarla, non per distruggerla. Saremo spietati nel demolire l’Italia babbiona che uccide il merito, e appassionati nel ricostruire, cercando germogli sepolti nella neve”. Lo scrive Luca Telese, direttore del nuovo quotidiano ‘Pubblico’, da oggi in edicola, nel suo primo editoriale. Un primo numero che apre con un pezzo, intitolato ‘Obtorto call’, dedicato alla vicenda di un call center.

Una scelta non casuale, visto che, scrive ancora Telese, “questo giornale lo abbiamo imbandierato con colori antichi e idee nuove, per stare con i ragazzi dei call center, gli schiavi del terzo millennio che nel racconto dei media non hanno mai un volto”. Il quotidiano, prosegue il direttore, si schiera con quella che definisce “l’Italia a schiena dritta. L’abbiamo chiamata l’Italia del coraggio, l’Italia 2.0”.

“Stiamo con chi ha resistito a Marchionne, perché Marchionne era, e in questi anni lo abbiamo scritto, un trucco”, aggiunge Telese, specificando poi che il suo quotidiano “e’ Pubblico in tutto tranne che nei finanziamenti: perché vogliamo farcela con le nostre gambe, senza regalie”.

Potrebbero interessarti anche