11:03 | Carburanti, raffica di ribassi sulla rete

Scendono ancora i prezzi dei carburanti e questa volta con una vera e propria raffica di ribassi, a fronte di un calo dei prodotti sui mercati internazionali che non accenna ad arrestarsi. Tuttavia, lo spazio per agire appare ancora ampio, soprattutto sulla benzina, dove i margini lordi sono schizzati ieri ben oltre la media degli ultimi tre anni.

A muovere sui prezzi raccomandati, nell’ordine: IP che fa il bis con 0,6 cent euro/litro sulla benzina e sul diesel; Q8 e Shell rispettivamente con meno 0,5 cent e meno 1 cent sempre su entrambi i prodotti; Tamoil e Esso, solo sulla benzina (-1 cent e -0,5).

Prezzi praticati sul territorio dunque di nuovo in calo generalizzato, specie con le no-logo che ”ascoltano” meglio il messaggio che arriva dai mercati. Le ”punte” massime sono adesso a 2,003 euro/litro per la ”verde”; 1,849 per il diesel e 0,846 per il gpl, Le ”medie” nazionali a 1,925 euro/litro, 1,811 e 0,818.

Più nel dettaglio, a livello Paese, secondo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per il Servizio Check-Up Prezzi QE, il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalità ”servito”) va oggi dall’1,913 euro/litro di Eni all’1,925 di Tamoil (no-logo in forte discesa fino a 1,800).

Per il diesel si passa dall’1,807 euro/litro di Esso e TotalErg all’1,811 di Q8 e Tamoil (no-logo in calo a 1,700). Il gpl e’ tra 0,802 euro/litro di Esso e 0,818 di Eni (no-logo a quota 0,794).

Potrebbero interessarti anche