10:06 | Pagelle e tabellino Lazio-Genoa

Dopo le frenate di Napoli, Inter e Milan nel pomeriggio, gli uomini di Petkovic provano a riacciuffare la Juventus in vetta alla classifica e, per 78 minuti, costringono il Genoa nella propria metà campo. La zampata dell’ex attaccante della Roma, però, costa la prima sconfitta ai biancocelesti dopo 3 vittorie consecutive. Candreva e Hernanes i più attivi. Biava si perde Borriello che castiga i padroni di casa. Zarate il solito testardo e Merkel impalpabile.

Lazio
Marchetti 5,5 – Praticamente mai impegnato, rischia il pasticcio con i piedi al 66′. Incolpevole sul gol.
Scaloni 6,5 – Non gioca come ai tempi del Deportivo, ma è molto propositivo in avanti e attento in difesa. Dal 67′ Gonzalez 5,5 – Pochi minuti a disposizione per impressionare. Svolge il compito minimo.
Biava 5 – Partita sufficiente, ma, a causa di un problema fisico, lascia partire Borriello che segna il gol vittoria. Non è un errore tecnico, ma risulta decisivo.
Ciani 6,5 – Buon esordio per l’ex giocatore del Bordeaux che, con diversi interventi, diventa subito il beniamino della tifoseria.
Cavanda 5,5 – Non è elegantissimo, ma si propone bene e copre abbastanza. Forse troppo leggero su Antonelli che serve l’assist per il gol.
Candreva 7 – E’ il più attivo di tutti. Impensierisce, e non poco, l’estremo difensore rossoblu con molti tiri dalla distanza, si propone con ottimi inserimenti e va spesso al cross. Gli manca il gol. Dal 75′ Klose 6 – Si presenta subito con un tiro fuori di poco, ma in 15 minuti non può risolvere la partita.
Ledesma 6 – Dirige con calma, forse anche troppa. Senza infamia, nè lode.
Hernanes 7 – Gioca bene con la palla tra i piedi ed è sempre pericoloso negli inserimenti. Prova spesso il tiro e colpisce anche la traversa.
Lulic 6,5 – Dopo un avvio timido, cresce con il passare dei minuti. Ci prova fino alla fine con intensità.
Kozak 5,5 – Ha due buone occasioni, ma non riesce a colpire. Si muove parecchio ed è ruvido come al solito.
Zarate 5 – Ve lo ricordate lo scorso anno con la maglia dell’Inter? Bene, non è cambiato… E’ vivace in avvio, ma poi si conferma testardo e sbaglia diversi appoggi. Poche giocate interessanti, passaggi ancora meno. Dal 67′ Mauri 6 – Insieme a Klose cambia l’inerzia della partita, ma il gol avversario è una doccia fredda.
All. Vladimir Petkovic 6 – Prova il turnover lasciando Klose e Mauri in panchina. La squadra gioca bene lo stesso, ma non riesce a finalizzare. Meriterebbe la vittoria, ma il calcio è questo.

Genoa
Frey 6,5 – Sempre attento, ma non troppo sicuro. Para tutto senza provare mai la presa.
Sampirisi 5,5 – Ha l’occasione dell’1 a 0, ma tira fuori da pochi metri. Dietro soffre un po’ il diretto avversario.
Canini 6,5 – Concentrato in ogni occasione, dirige bene la difesa.
Granqvist 5,5 – Si perde Kozak in due occasioni, ma per il resto della gara gioca abbastanza bene. Rischia di portare in vantaggio i suoi sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Moretti 5,5 – Si trova in difficoltà contro l’ottima coppia Candreva-Scaloni, ma non concede troppo agli avversari.
Anselmo 5 – Non un buon esordio per il brasiliano che si impegna, ma soffre. Dal 57′ Antonelli 6,5 – Entra e serve l’assist per il gol vittoria con un gran colpo di tacco.
Tozser 6 – All’esordio dal primo minuto, commette un paio di errori, ma complessivamente imposta bene l’azione.
Kucka 6 – Partita di quantità. Si propone qualche volta, ma aiuta soprattutto dietro.
Merkel 5 – Gioca pochissimi palloni. Anonimo. Dal 45′ Jankovic 5 – Prende il posto di Merkel e lo imita nella prestazione.
Borriello 7 – Si muove tanto e cerca di fare il lavoro sporco. Ha poche palle giocabili, ma dopo esserci andato vicino di testa nel primo tempo, trova la zampata che vale i 3 punti. Decisivo.
Immobile 5 – Lasciato solo sull’esterno si trova in difficoltà. Ci prova, ma può fare di più. Dal 72′ Seymour s.v. –
All. Luigi De Canio 6,5 – Raccoglie il massimo con il minimo sforzo. Adotta un atteggiamento molto prudente rispetto alle altre uscite e la scelta ripaga l’allenatore.
Arbitro: Antonio Damato 6,5 – Partita facile da dirigere. Non concede, giustamente, un rigore chiesto da Borriello.

Tabellino
LAZIO-GENOA 0-1
LAZIO (4-4-2): Marchetti; Scaloni (67′ Gonzalez), Biava, Ciani, Cavanda; Candreva (75′ Klose), Ledesma, Hernanes, Lulic; Kozak, Zarate (67′ Mauri). All. Petkovic
GENOA (4-3-1-2): Frey; Sampirisi, Canini, Granqvist, Moretti; Anselmo (57′ Antonelli), Tozser, Kucka; Merkel (45′ Jankovic); Borriello, Immobile (72′ Seymour). All. De Canio
Arbitro: Antonio Damato
Marcatori: 78′  Borriello (G)
Ammoniti: Candreva (L), Borriello (G)

Potrebbero interessarti anche