11:34 | Tiburtina, armato tenta rapina a tabaccheria: arrestato

Questa notte, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un 34enne romano, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentata rapina e detenzione illegale di arma comune da sparo.

L’uomo è stato notato in via Tiburtina da una gazzella dei militari in transito dall’altro lato della carreggiata mentre, sceso dalla sua moto lasciata con motore acceso e senza togliersi il casco, si apprestava ad entrare in una tabaccheria. La mano messa sulla cintola ha fortemente insospettito i Carabinieri che hanno deciso di fare inversione di marcia e avvicinarsi per effettuare un controllo. Alla vista dei militari l’uomo, che ancora non era entrato nell’esercizio, ha fatto bruscamente retromarcia, correndo in sella alla moto e scappando a tutta velocità. Ne è nato n inseguimento nel corso del quale il fuggitivo ha tentato più volte di seminare l’autoradio dei Carabinieri effettuando manovre molto pericolose.

Alla fine i militari sono riusciti a tagliare la strada al 34enne che, per tutta risposta ha nuovamente afferrato il calcio di una pistola che portava alla cinta per estrarla. A quel punto i militari, che a loro volta hanno impugnato le armi d’ordinanza, gli hanno intimato di non fare gesti inconsulti e di arrendersi. Una volta immobilizzato, i Carabinieri lo hanno perquisito: alla cintola l’uomo aveva una pistola 38 Special con matricola parzialmente abrasa, perfettamente funzionante e con 6 colpi nel tamburo, in tasca un coltello a serramanico e, nel portaoggetti della moto una “pattada”, il tipico coltello sardo. La pistola è stata inviata al laboratorio della sezione balistica del Ris di Roma, dove verrà analizzata per verificare se si tratti di un’ arma utilizzata in passati eventi di cronaca.

Di certo è emerso che l’arma era provento di un furto messo a segno nel 2003 a Perugia, motivo per cui il 34enne è stato anche denunciato a piede libero per ricettazione. Ora si trova nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbero interessarti anche