12:56 | Truffe, 25mila euro danni a Inps per sussidio sociale illegittimo: due denunce

I carabinieri della stazione di San Cesareo hanno denunciato F.C., una pensionata brasiliana di 74 anni, e un suo congiunto, B.A., 72enne pensionato del luogo, per truffa continuata ai danni dell’Inps.

La vicenda scaturisce nel corso di indagini condotte dai militari dell’ Arma che dallo scorso giugno hanno posto sotto la lente d’ ingrandimento un elenco di persone, titolari di sussidi sociali previsti da una legge dello Stato in materia di sistema pensionistico complementare.

Nel corso degli accertamenti svolti presso la sede Inps di Palestrina, gli uffici del Comune e delle Poste di San Cesareo, i carabinieri hanno accertato che l’anziana donna, titolare di un assegno mensile di 440 euro dal 2006, da qualche anno, pur conservando fittiziamente la residenza nel centro preneste, si era trasferita stabilmente in Brasile, suo paese d’origine, dimenticando a bella posta di comunicare all’ente previdenziale questa circostanza che era uno dei presupposti fondamentali per continuare a godere di tale sostegno economico che la norma riconosce ai cittadini italiani e stranieri, residenti in Italia, con oltre 65 anni, privi di reddito o comunque non superiore ai 5.000 euro annui.

Anzi, per non perdere il sussidio, la donna, oltre alla grave dimenticanza, si era ben ingegnata, coinvolgendo un suo parente, incaricato mensilmente con una semplice delega scritta, a riscuoterlo per suo conto presso l’ufficio postale del paese. In questo modo, i militari hanno calcolato un danno per all’Inps pari a 25 mila euro.

Potrebbero interessarti anche