Giochi, Aams “valuta” lancio slot machine online

slot-machine-rulliSi azzerano per il momento le ipotesi di un rinvio a metà 2013. Dalle macchinette il 70% degli incassi

 

ROMA – Nessun rinvio e nessuno stop, tutto fermo ai box in attesa di una decisione. Il lancio delle slot machine online, l’ultimo prodotto mancante ai casinò autorizzati, è attualmente “oggetto di valutazione” da parte dei vertici dei Monopoli di Stato.

Lo riferiscono ad Agipronews fonti istituzionali, azzerando così (almeno per il momento) le ipotesi di un rinvio della partenza delle macchinette telematiche, che indiscrezioni di settore sposterebbero dal 3 dicembre addirittura alla metà del 2013.

Nel frattempo, i siti esteri “.com” continuano a gestire un giro d’affari enorme: dodici miliardi di incasso lordo annuo, almeno 350 milioni di spesa reale, 70 milioni di mancato gettito erariale, secondo analisi sul business estero dei casinò non autorizzati realizzate da piattaforme operative in Italia. Un fiume di denaro che la legalizzazione dei casinò virtuali, offerti da oltre un anno da decine di concessionari Aams, non ha fermato perché al prodotto legale mancano proprio le slot machine, che costituiscono almeno il 70% degli incassi di una sala da gioco su Internet.

Cresce dunque l’attesa per la decisione finale dei Monopoli di Stato: il lancio delle slot virtuali è stato posticipato fin qui per non danneggiare lo sviluppo del business delle macchinette presenti in bar e sale giochi e delle videolotterie.
Il rischio, sottolineano i concessionari degli apparecchi, è quello di una concorrenza sul territorio tra apparecchi “classici” e personal computer di facile ed economica installazione, visto che la tassazione su Internet è allo 0,6% degli incassi, mentre per slot e vlt ammonta rispettivamente al 12 e al 4 per cento.

I dati raccolti da Agipronews sono inequivocabili: la spesa in giochi da casinò nei primi mesi del 2012 proviene per il 26% da siti autorizzati (con la concessione Aams e il suffisso .it) e per il 74% da prodotti “.com”, privi cioè del “bollino” di garanzia del Governo. E mentre il gioco del poker sui siti illegali è virtualmente scomparso, per quanto concerne i casinò i giocatori continuano a rivolgersi ai siti in grado di offrire un palinsesto completo. Con le slot virtuali.

Potrebbero interessarti anche