13:01 | Ferrovie, sindaco Bracciano scrive a Trenitalia per disagi Fr3

“Pur comprendendo le difficoltà che possono esserci per un tempestivo ripristino del servizio dopo l’ennesimo episodio di furto di rame avvenuto ieri 8 ottobre tra Bracciano e Crocicchie lungo la linea fr3 Roma-Bracciano-Viterbo, riteniamo che il protrarsi dei disagi registrato anche questa mattina con migliaia di pendolari alle prese con bus sostitutivi, corse soppresse e ritardi, non siano in linea con un servizio pubblico efficiente quale quello che dovrebbe essere garantito da Trenitalia Lazio”. E’ quanto scrive questa mattina il sindaco di Bracciano Giuliano Sala al direttore di Trenitalia Lazio Aniello Semplice raccogliendo le proteste dei pendolari.

“Sollecitando un tempestivo ripristino della regolare circolazione – scrive ancora Sala – ci auguriamo che in futuro Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana siano in grado di porre rimedio a tali problematiche in tempi più rapidi impiegando sulla linea tutte le squadre necessarie per il pronto intervento.

Quello di queste ore – ha concluso Sala – è l’ennesimo disservizio che ci allontana dagli standard europei. Per il mancato rispetto degli standard di qualità ed efficienza del servizio di trasporto pubblico, già a febbraio scorso nei giorni dell’emergenza neve, il Comune di Bracciano aveva formalmente diffidato Trenitalia spa. I persistenti disservizi infatti avvengono in violazione di alcuni principi fondamentali della Costituzione e in particolare gli articoli 2,3, 41 e 43, dei diritti dei viaggiatori contenuti nella carta dei servizi e nel codice del consumo (Decreto Legislativo n. 206/2005) e delle norme afferenti al servizio pubblico e alla disciplina di settore, in particolare il Regolamento CEE 1371/2007 del 23 ottobre 2007 e DPR n. 753/1980″.

Potrebbero interessarti anche