Giochi, il Lotto sbarca su internet

Lotto_sliderLa raccolta online prevede un unico concessionario a cui sono collegati “punti vendita a distanza”

 

ROMA – Si potrà giocare al Lotto anche su internet. L’unico gioco del portafogli dei Monopoli di Stato fino a oggi commercializzato solo nelle ricevitorie e nelle tabaccherie, sbarcherà sul web. E’ quanto prevede il decreto dei Monopoli di Stato inviato ieri alla Commissione Europea.

Il regolamento tecnico permetterà di giocare al Lotto e al 10eLotto online negli orari di chiusura delle ricevitorie e delle tabaccherie. Il documento, inviato alla Commissione Europea, resterà in stand still fino al prossimo 9 gennaio 2013: è il periodo di tre mesi entro il quale la Commissione stessa e gli Stati membri Ue possono presentare eventuali osservazioni ai provvedimenti che riguardano le regole tecniche della società dell’informazione.

Se non ci saranno ostacoli il testo riceverà il via libera per poter poi essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale. La raccolta online del Lotto prevede un unico concessionario a cui sono collegati “punti vendita a distanza” – vale a dire gli altri operatori di gioco – che vengono autorizzati dai Monopoli.

Le regole del gioco saranno esattamente le stesse valide per la raccolta tradizionale. Le vincite fino a 10.500 euro sono pagate direttamente dai punti vendita a distanza, in caso di importi superiori il pagamento viene effettuato dal concessionario.

La partenza del Lotto online era prevista dal decreto dei Monopoli di Stato del 12 ottobre 2011, in cui venivano adottate le misure contenute nella manovra estiva e che ha fatto partire inoltre la tassa sulle vincite superiori a 500 euro.

Nei primi sette mesi del 2012 il Lotto e il 10eLotto – secondo i dati resi noti dai Monopoli di Stato – hanno prodotto un volume di gioco da 3,6 miliardi di euro (-7,6% sul 2011), con 591 milioni di euro destinati all’erario (-41,5%).

Tradizione e innovazione: il Lotto è il gioco più antico al mondo, ma negli ultimi anni ha vissuto delle piccole ’rivoluzioni’, che presto troveranno spazio anche online, almeno nelle ore di chiusura di ricevitorie e tabaccherie.

Già nel 2005 i massimali del lotto vennero innalzati per la prima volta. Sempre nello stesso anno non mancarono altre novità: a marzo fu introdotto l’estratto determinato, a maggio alle 10 ruote tradizionali si aggiunse la ruota Nazionale, e a giugno le estrazioni passarono da due a tre (nei giorni di martedì, giovedì e sabato).

Nel 2009 è stata la volta del 10eLotto, modalità di gioco che permette di tentare la fortuna scegliendo dieci numeri compresi tra 1 e 90 che vengono confrontati con venti numeri estratti, corrispondenti ai primi due di ciascuna delle dieci ruote, a esclusione della Nazionale. Premio massimo, 5 milioni di euro. Dal 15 dicembre 2009 il 10eLotto si può anche giocare con la modalità di un’estrazione ogni 5 minuti dalle 7:00 alle 24:00 di ogni giorno.

Da mercoledì 4 maggio 2011 i ricevitori potranno effettuare la raccolta del gioco  dalle ore 5,00 alle ore 24,00, ad eccezione dei  giorni di estrazione, in cui la raccolta  termina alle ore 19,30.

A fine maggio 2012 il lancio in via sperimentale del ‘Lotto Più’, che diventa ora definitivo. Massimali di vincita più ricchi: il premio più ricco arriva a 4 milioni di euro, grazie alla cinquina: con 50 centesimi giocati la puntata si moltiplica per 8 milioni di volte (6 milioni il moltiplicatore delle cinquina tradizionale).

Potrebbero interessarti anche