Pioggia ma nessun disastro. E’ polemica sull’allarme

Piogge-Roma-sliderA Roma temporali meno intensi del previsto. Un centinaio gli interventi dei vigili del fuoco per caduta alberi e voragini

 

ROMA – Tanto rumore per nulla. Si potrebbe commentare cosi l’allarmismo diffuso nei giorni scorsi per l’arrivo si Cleopatra, la perturbazione che dopo poche ore ha già lasciato la Capitale.

È scoppiata infatti quasi subito la polemica sui pericoli lanciati nei giorni scorsi da siti meteo che preannunciavano cicloni e nubifragi devastanti. Daniele Cat Berro, della Società meteorologica italiana, ha parlato di “allarmismo ingiustificato. Per quanto ci riguarda – ha aggiunto – già ieri noi avevamo ‘smorzato’ i toni, parlando di una perturbazione in fase di attenuazione”. Ed anche Gabrielli, capo della Protezione Civile, ha attaccato “i maghi che fanno della meteorologia un’occasione di avanspettacolo: serve meno ironia e meno frizzi e lazzi”. La realtà, ha rilevato, “é che l’innalzamento della temperatura registrato nell’area del Mediterraneo porta al formarsi di celle temporalesche imprevedibili che si strutturano e si scaricano velocemente sul terreno con effetti pericolosi”.

La realtà comunque è che il passaggio di Cleopatra ha causato soprattutto una strage di grandi alberi, allagamenti e qualche voragine (che a Roma avviene anche senza temporali).

Tra le situazioni più critiche la chiusura del sottovia Lanciani, sulla nuova tangenziale Est e il crollo della copertura di un edificio di 5 piani, nel XVI municipio, senza alcun ferito.

Grandine a San Giovanni, alberi caduti in piazza Belle Arti. Nei municipi più colpiti il X, XVI, XX, XI, XII e XVII ci sono stati numerosi allagamenti; a Porta Furba e Numidio Quadrato l’acqua ha raggiunto anche le banchine delle stazioni della metropolitana.

Questa mattina a causa di una voragine che si è aperta in via Portuense, all’altezza di largo la Loggia, i veicoli privati e i bus della linea 771 sono costretti a rallentare. Nella scuola materna Manzoni di via Populonia è crollato il soffitto della mensa, fortunatamente al momento dell’incidente nessuno era nella sala.

Sono stati un centinaio gli interventi dei Vigili del fuoco per il passaggio dell’ondata di maltempo. A partire dalla serata di ieri, le operazioni si sono concentrate in particolare sul litorale di Ostia e Fiumicino, nelle zone di Centocelle e Tuscolano.

Gli interventi hanno riguardato soprattutto rami pericolanti, cartelloni divelti, ripristino della viabilità. Non sono state registrate, comunque, situazioni di particolare criticità.

In provincia di Latina, invece, quattro persone sono rimaste ferite: a Borgo Faiti, i Vigili del fuoco sono intervenuti poco prima delle 21 per la caduta di un albero, che aveva coinvolto un’autovettura in transito e provocato il ferimento dei due occupanti. Intervento analogo intorno alle 21,20 nel comune di Sezze, in via Certosa, con altri due feriti, ancora per la caduta di un albero sulla loro auto.

Potrebbero interessarti anche