10:13 | Carburanti, ribassi solo per Api e Shell

Quarto calo consecutivo per il prezzo internazionale della benzina, terzo per quello del diesel. Eppure questa mattina i ribassi si riverberano sui prezzi alla pompa solo in minima misura.

Ieri, rileva la Staffetta Quotidiana, la quotazione della benzina è scesa a 593 euro per mille litri (-13), quella del gasolio a 668 euro per mille litri (-6). Nelle ultime sei sessioni i ribassi cumulati sono stati rispettivamente di 6,6 e 1,7 centesimi al litro. Le compagnie stanno ”compensando” la forte riduzione dei margini registrata nell’ultima settimana, ma ora c’e’ lo spazio per un calo più incisivo dei prezzi consigliati.

Iniziano comunque a scendere le medie ponderate nazionali dei prezzi consigliati in modalità servito tra le diverse compagnie: la benzina a 1,900 euro/litro (-0,4 centesimi), il diesel a 1,805 euro/litro (-0,1 centesimi). Invariato il Gpl a 0,854 euro/litro mentre e’ in calo anche il metano: -1,6 centesimi a 0,969 euro/kg.

Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina i prezzi risultano in calo per Api e Shell. Per la compagnia italiana la riduzione e’ di due centesimi al litro sulla benzina, con sostanziale allineamento alla metà più ”virtuosa” del mercato. Per Shell il ribasso e’ di 1,5 centesimi su entrambi i prodotti. Con questa mossa, la compagnia anglo olandese si porta al livello più basso del mercato.

Potrebbero interessarti anche