10:16 | Carburanti, ribassi sulla rete. Eni scende di 2 cent

Il leggero recupero della benzina in Mediterraneo, alla chiusura di venerdì di nuovo oltre la soglia dei 1.000 dollari/ton, non ha intaccato gli abbondanti margini lordi delle compagnie, che permangono su livelli decisamente superiori alla media dei tre anni precedenti. Così, nel fine settimana, Eni ha deciso di tagliare di ben 2 centesimi il prezzo raccomandato della ‘verde’, mentre Esso e Q8 hanno limato il solo prodotto leggero di 0,5 centesimi e TotalErg questa mattina ha ribassato di 1 centesimo la benzina e di 0,5 centesimi il diesel.

Prezzi praticati di conseguenza in discesa per tutti, comprese le no-logo. Le punte ora sono a 1,961 euro/litro per la benzina, 1,838 per il diesel e 0,874 per il gpl. Le medie nazionali invece rispettivamente a 1,900 euro/litro per la ”verde”, 1,802 per il diesel e 0,848 per il gpl.

Più nel dettaglio, a livello Paese, secondo quanto risulta in un campione di stazioni di servizio che rappresenta la situazione nazionale per il Servizio Check-Up Prezzi QE, il prezzo medio praticato della benzina (sempre in modalità ”servito”) va oggi dall’1,882 euro/litro di Eni all’1,900 di Q8 (no-logo giù fino a 1,760).

Per il diesel si passa dall’1,792 euro/litro di Esso all’1,802 di IP (no-logo a 1,694). Il gpl infine e’ tra 0,828 euro/litro di Esso e 0,848 di TotalErg (no-logo a 0,806).

Potrebbero interessarti anche