14:14 | Smog, da venerdì stop mezzi più inquinanti Euro 1 nell’anello ferroviario

Scatterà venerdì 2 novembre il divieto di circolazione all’interno dell’anello ferroviario per i veicoli più inquinanti. I mezzi sottoposti a limitazione sono quelli già vietati nella Fascia Verde quando si superano i livelli delle polveri sottili: autoveicoli a benzina Euro 1, autoveicoli a diesel Euro 2, ciclomotori e motoveicoli Euro 1 a 2-3-4 ruote con motore a 2 e a 4 tempi. I possessori di questi veicoli, dunque, non potranno accedere né circolare nell’anello ferroviario da lunedì a venerdì, mentre potranno viaggiare liberamente, oltre che di sabato e domenica, anche nei giorni festivi infrasettimanali.

Per i possessori di ciclomotori e i motocicli a 2 ruote – 4 tempi – Euro 1 sono state stabilite delle deroghe, contenute in un’ ordinanza che fissa i termini della disposizione antismog già stabilita dalla delibera di Giunta 242 del 2011. I possessori di questi mezzi a 2 ruote (esclusivamente 4 tempi Euro 1) che risiedono all’interno dell’anello ferroviario avranno un anno di tempo per adeguarsi al provvedimento, ovvero potranno circolare in deroga fino al 1 novembre 2013.

Per i non residenti che possiedono questi stessi mezzi, invece, il divieto di circolazione scatterà il prossimo venerdì 2 novembre ma terminerà il 31 marzo 2013, ovvero resterà in vigore fino al termine del periodo più critico per l’inquinamento che proprio da novembre a marzo risente del fenomeno meteorologico dell’ inversione termica, responsabile del ristagno delle particelle di smog. Per i trasgressori è prevista una sanzione di 155 euro.

Al provvedimento sono previste deroghe che riguarderanno:
1) da novembre 2012 al 31 ottobre 2013 i ciclomotori e motoveicoli a due ruote “Euro 1” dotati di motore a 4 tempi il cui conducente risulti residente nella ZTL “anello ferroviario”.
2) dal primo aprile 2013 al 31 ottobre 2013, i ciclomotori e motoveicoli a due ruote “Euro 1” dotati di motore a 4 tempi il cui conducente risulti NON residente nella ZTL “anello ferroviario”.
3) veicoli muniti di contrassegno per persone invalide.
4) veicoli adibiti a servizio di polizia e sicurezza, emergenza anche sociale, compreso il soccorso stradale e il pronto intervento per acqua, luce, gas, telefono ed impianti per la regolarizzazione del traffico e al trasporto salme.
5) trasporto collettivo pubblico
6) veicoli alimentati a metano e a GPL
7) veicoli adibiti al trasporto, smaltimento rifiuti e tutela igienico ambientale, alla gestione emergenziale del verde, alla Protezione civile e agli interventi di urgente ripristino del decoro urbano.
8) trasporto di partecipanti a cortei funebri adeguamente motivato
9) veicoli con targa C.D., S.C.V. e C.V.
10) trasporto di medici in servizio di emergenza, adeguatamente motivato, purchè muniti di contrassegno dell’Ordine dei medici.

Per la mappa dell’Anello Ferroviario e per conoscere la ‘classe ambientale’ del proprio veicolo, ovvero che tipo di Euro è visitare il sito www.muoversiaroma.it

Potrebbero interessarti anche