12:20 | Edilizia, Filca Cisl: in un anno quasi 700 imprese in meno

In un anno, da luglio 2011 a luglio 2012, le imprese a Roma iscritte alla Cassa Edile sono quasi 700 in meno, in 2 anni 1200 in meno. Inoltre sono circa 12mila i posti di lavoro in meno negli ultimi due anni e seimila rispetto a luglio 2011. Sono i dati diffusi dalla Filca Cisl sulla crisi dell’ edilizia a Roma.

Erano quasi 57mila, infatti, le maestranze iscritte alla Cassa Edile, diventate per effetto della crisi circa 50mila nel 2011 e 44 400 a luglio 2012 (di cui circa 20mila stranieri). Le conseguenze sono state di un aumento soprattutto nei lavori privati di lavoro nero e di ricorso al caporalato.

”Saranno sempre di più – si legge in una nota – gli operai che saranno costretti a lavorare in situazione di precarietà e saranno sempre di meno le aziende che lavoreranno tra i cantieri edili romani con un aumento di fallimenti”.

Prima dell’approvazione di questo bilancio dal 2008 al 2011 gli investimenti di Roma Capitale per la manutenzione stradale si erano ridotti del 74%, da 115 a 30 milioni, gli investimenti di manutenzione scolastica dal 2008 al 2011 erano passati da 95 a 25 milioni con la stessa percentuale di riduzione, del 74%. Sono le cifre del funerale dell’edilizia romana e la morte del settore delle costruzioni.

Potrebbero interessarti anche