Snai, in nove mesi ricavi per 369,5 milioni

SnaiRispetto al 2011 perdita di 24,7 milioni. La raccolta giochi a 3.980mln (+13,9%). A fine anno previsti ricavi per 500 milioni

 

ROMA – Ricavi a 105,7 milioni, in flessione del 12%, ed Ebitda a 4 milioni, in calo del 73,5 per cento. Sono i risultati conseguiti da Snai nel terzo trimestre 2012. Nei primi nove mesi, invece, i ricavi ammontano a 369,5 milioni (-8,7%) e l’Ebitda a 38,3 milioni (-31,7%).

“Nel confronto con i primi nove mesi del 2011 – si legge nella nota della società – il 2012 risente soprattutto di un payout più elevato delle scommesse sportive, fattore che ha interessato l’intero mercato italiano – che incide negativamente sia sui ricavi sia sull’Ebitda di periodo”.

I risultati economici dei primi nove mesi del 2012 “evidenziano quindi una perdita pari a 24,7 milioni, rispetto alla perdita di 17,2 milioni dell’analogo periodo dello scorso anno. La posizione finanziaria netta al 30 settembre 2012 e’ negativa per 362 milioni, a fronte di 354,4 milioni di euro a fine 2011 (+2,1%)”.

La raccolta complessiva Snai su giochi e scommesse, nei primi nove mesi del 2012, è stata pari a 3.980 milioni di euro, in aumento del 13,9% rispetto ai 3.494 milioni di euro dello stesso periodo del 2011. E’ quanto rende noto la società in una nota finanziaria. Proseguono le attività di ottimizzazione e razionalizzazione della rete di accettazione Snai, con numerose riaperture di negozi pianificate prima di fine 2012.

Prosegue anche la crescita del contributo delle Vlt e del gioco a distanza, anche se l’indisponibilità della piattaforma Barcrest – revocata dai Monopoli di Stato lo scorso 1 ottobre, ma già disattivata da Snai il 16 aprile – riduce il numero delle macchine in raccolta rispetto alle potenzialità della rete Snai.

Allo scopo di migliorare ed ampliare l’offerta di prodotti, Snai ha raggiunto un accordo con il gruppo Adria Gaming per la fornitura di videolotteries Novomatic, il cui processo di omologazione è in corso di svolgimento, con conclusione prevista entro il corrente esercizio.

Al 30 settembre 2012 risultano installati 3.900 apparecchi Vlt (di cui circa 1450 Barcrest), sui 5.052 previsti. La raccolta su questo segmento ha comunque raggiunto una quota di mercato pari al 4%, in significativo aumento rispetto allo stesso periodo del 2011.

I giochi online, grazie in particolare alle modalità “cash”, hanno raggiunto una raccolta pari a circa 663 milioni di euro, in crescita del 128% rispetto ai 290 milioni di euro raccolti nei primi nove mesi del 2011; la quota di mercato Snai è pari al 6%.

I dati sulle scommesse sportive evidenziano una raccolta pari a oltre 620 milioni di euro (-6,7% rispetto ai 665 milioni di euro dei primi nove mesi del 2011), le scommesse ippiche sono state pari a 295 milioni di euro (erano oltre 401 milioni di euro nello stesso periodo del 2011) la diminuzione è di oltre il 26%.

Nel mese di agosto è stata lanciata la nuova applicazione “Snai Sport”, che permette di scommettere in mobilità tramite smartphone e tablet. La nuova modalità di raccolta ha immediatamente incontrato una buona accoglienza da parte dei giocatori.

La stima dei ricavi attesi da Snai per l’intero 2012 è di circa 500 milioni di euro, mentre l’Ebitda è stimato intorno ai 70 milioni di euro. E’ quanto rende noto la società in una nota, indicando come i dati, inferiori alle attese, siano influenzati da diversi fattori straordinari come “il maggior payout di periodo (evidenziatosi in particolare con i consuntivi di settembre) ed il blocco della piattaforma Barcrest”. La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2012 viene confermata tra -360 e -390 milioni di euro.

“La performance in termini di payout in ottobre e nei primi giorni di novembre – si legge ancora nella nota – induce a ritenere recuperabile solo in parte il differenziale (rispetto al trend storico) maturato nei primi nove mesi del 2012. A seguito della revoca del certificato Barcrest sopramenzionata, è in corso la rimozione delle macchine Barcrest, mentre prosegue linstallazione delle Vlt, il cui completamento sarà realizzato nel 2013”.

Potrebbero interessarti anche