Bando scommesse, al Tar Lazio otto ricorsi

giustizia-sliderIn ballo gara da 100 milioni di euro per 2000 nuove agenzie. 118 le domande di partecipazione arrivate

 

ROMA – Circa 100 milioni di euro: è quanto potrebbe valere, secondo una stima degli operatori del settore, il bando di gara per 2000 agenzie lanciato dai Monopoli di Stato.

Una gara contro cui sono stati presentati ben otto ricorsi  al Tar Lazio da altrettante società estere: BclGaming, Play Match, Goldbet (tutte e tre hanno chiesto un rinvio al merito), Lb Group, Stanleybet, Sogno di Tolosa, Sks365 e Betuniq, che discuteranno oggi le richieste di sospensiva. Stanleybet, inoltre, ha presentato un ricorso per annullare la proroga concessa alle agenzie storiche, proprio per completare la procedura di gara.

Secondo quanto apprende Agipronews al Tar é stato presentato un ricorso dal bookmaker Centurionbet, che verrá discusso senza richiesta di sospensiva. Entro le prossime 24/48 ore i giudici amministrativi emetteranno l’ordinanza che deciderà se accogliere o meno le richieste cautelari delle ricorrenti. Il Tar ha già bocciato in via cautelare un ricorso presentato da una quarantina di concessionari italiani, nonché respinto con decreto presidenziale la richiesta di sospensiva avanzata dalla società Lb Group.

Sono 118 le domande di partecipazione arrivate per il bando di gara: lo scorso 6 novembre è iniziata la procedura formale di apertura delle offerte presentate, che dovrebbero esaurire i 2000 punti messi a disposizione. In seguito si passerà dunque alla verifica delle offerte economiche più vantaggiose: per questo motivo rispetto alle iniziali previsioni del Governo (11 mila euro di offerta minima per ogni punto e 22 milioni attesi) la gara potrebbe produrre incassi per almeno 80-100 milioni di euro.

Potrebbero interessarti anche