La7, Stella lascia la presidenza

Stella-Giovanni-slider

L’incarico decadrà a fine anno. La gestione operativa sarà assicurata dal management di vertice

 

ROMA – Giornata di gran fermento quella di oggi per il Cda di Telecom Italia, chiamato a decidere, tra le altre cose, sulle offerte giunte per TI Media. Una mattinata animata dall’indiscrezione che il presidente di La7, Giovanni Stella, aveva lasciato anticipatamente il suo incarico, in scadenza a fine anno.

”Giovanni Stella, in totale accordo con l’azionista Telecom Italia, lascerà la carica di presidente di La7 srl alla fine dell’anno, a naturale chiusura di un percorso che lo ha visto protagonista del rilancio qualitativo della rete televisiva”. Così il presidente di Ti Media Severino Salvemini interviene in una nota sulle indiscrezioni in merito all’addio di Stella alla società nata quest’estate a seguito della ristrutturazione di Ti Media propedeutica alla sua messa sul mercato.

”La gestione operativa della società – spiega Salvemini – sarà assicurata dal management di vertice del Gruppo Ti Media, secondo i poteri stabiliti dagli organismi societari. In ogni caso, il Cda di Ti Media del prossimo 13 dicembre assumerà le decisioni conseguenti”.

Secondo infatti i rumors, circolati da questa mattina, Stella si era dimesso sotto il pressing di Telecom Italia che da mesi chiedeva un taglio drastico dei costi di produzione della tv, in particolare dei compensi milionari concessi ad alcuni conduttori di punta.

Non è un mistero, infatti, che sui conti di TI Media, pesano i grossi investimenti decisi proprio da Stella per potenziare il palinsesto di La7 che quest’anno perderà 120 milioni di euro. Un aspetto non da poco per le trattative in corso che ha spinto al ribasso le offerte. Per questa ragione Telecom, nonostante abbia più volte ribadito di non voler svendere gli asset, potrebbe doversi accontentare di un’offerta al di sotto delle stime di mercato.

Potrebbero interessarti anche