Al Maxxi un Cda tutto al femminile

Maxxi_sliderBeatrice Trussardi e Monique Veaute sono i nuovi componenti del Cda del Museo Nazionale delle arti del XXI secolo

 

ROMA – Per la prima volta in Italia, un Cda sarà interamente formato da donne. E’ quello del Maxxi, il museo di arte contemporanea di Roma dove da poco più di un mese è stata nominata presidente Giovanna Melandri. 
Beatrice Trussardi e Monique Veaute sono infatti i nuovi componenti del consiglio d’amministrazione del Maxxi, nominate dal ministro dei Beni culturali, Lorenzo Ornaghi.

“Il profilo professionale e l’esperienza maturata da entrambe nell’ambito dell’arte contemporanea e del mecenatismo -ha commentato Ornaghi- costituiscono un’incoraggiante premessa per l’avvio di una nuova stagione di rilancio internazionale della Fondazione. A entrambe, unitamente alla presidente Melandri, rivolgo il mio sincero augurio di buon lavoro, per il bene di un’istituzione chiamata a essere sempre più protagonista nel panorama culturale del Paese”.

“Sono molto felice – ha commentato Giovanna Melandri – che il ministro per i Beni Culturali Lorenzo Ornaghi, a cui va il mio ringraziamento, abbia nominato Beatrice Trussardi e Monique Veaute nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Maxxi, che ho l’onore di presiedere.

“Si tratta di due figure di grande spessore e competenza. Lavoreremo insieme per garantire al Maxxi il ruolo di centro propulsore e catalizzatore della creatività contemporanea, per il suo riposizionamento internazionale, per la garanzia di finanziamenti certi, anche con il coinvolgimento di soggetti privati”.

“La sfida del Maxxi – ha concluso l’ex ministro – continua tutta la femminile. Progettato da una donna, Zaha Hadid, a guidarlo sarà ora un Consiglio di Amministrazione tutto al femminile, con Beatrice Trussardi, Monique Veaute e me”.

Potrebbero interessarti anche