14:26 | Tari, accordo Ama-Confcommercio: pagamenti dilazionati fino a 2 anni per imprese

Di fronte alla crisi economica sempre più forte, non solo per i cittadini ma anche per le imprese, Confcommercio e Ama oggi hanno firmato un protocollo d’intesa che consente alle imprese di dilazionare il pagamento della tariffa Ta.Ri. per un massimo di 24 mesi.

Il protocollo rappresenta un aiuto per tutte quelle imprese che non beneficiano già di agevolazioni previste da Ama. In particolare è previsto un dilazionamento del pagamento delle bollette semestrali pari o superiori a 300 euro con sei rate mensili, senza interessi per le aziende cha hanno acconsentito alla domiciliazione bancaria dei pagamenti a mezzo Rid. La dilazione del pagamento è estesa a due anni, con la possibilità di un ulteriore dilazione se si riesce a fornire ulteriori garanzie come fidejussioni bancarie e di un Confidi. La fidejussione bancaria è comunque obbligatoria per importi superiori a 25mila euro.

Nel dettaglio, Confcommercio Roma si impegna a presentare per conto delle imprese rappresentate la richiesta di rateizzazione dopo aver verificato la sostanziale affidabilità e solvibilità di queste, mentre Ama ogni sei mesi, rendiconterà a Confcommercio l’andamento dei pagamenti delle imprese che hanno richiesto l’accesso alle agevolazioni previste.

Il protocollo, rinnovabile tacitamente di anno in anno, istituisce inoltre un tavolo tecnico di cui fanno parte i rappresentanti dei due enti, ed avrà lo scopo di dirimere eventuali controversie relative al calcolo e applicazione
della Tari alle imprese, e si occuperà di affrontare ulteriori istanze amministrative.

Questi i contenuti del protocollo d’intesa siglato oggi in Campidoglio, dal presidente di Ama Piergiorgio Benvenuti e dal presidente di Confcommercio Roma Giuseppe Roscioli.

“Abbiamo accolto le sollecitazione pervenute dalle Confcommercio – ha detto Benvenuti – proprio perché siamo consapevoli della congiuntura economica che stiamo vivendo”. “Questo protocollo – ha spiegato Emiliano Limiti, responsabile tariffe Tari – e’ un filo diretto nel quale le imprese potranno chiederci la dilazione dei pagamenti. Il documento prevede di ampliare le richieste di dilazione e di poter mettere a sistema un rapporto con categoria e imprese”.

Ad esprimere soddisfazione, il presidente Roscioli, per cui “la firma di oggi arriva dopo mesi di confronto. In un momento come questo, gli operatori vogliono mettersi in regola dalle difficoltà nel pagamento”.

Presente anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno. “Questo protocollo – ha aggiunto Alemanno – E’ una sorta di battistrada che può essere replicato anche ad altre categorie. Ama ha conseguito un grande risultato nella lotta all’evasione. E’ un segnale importante da questo versante e contemporaneamente è un aiuto alle imprese che sono realmente in difficoltà. E’ una dimostrazione di sussidiarietà e un modo di collaborare con categorie”.

Potrebbero interessarti anche