Alitalia, raggiunto accordo con organizzazioni sindacali

AlitaliaFirmata l’intesa che tutela lavoro e target ed evita gli esuberi. Piano industriale al centro del confronto

 

ROMA – “L’accordo raggiunto con le organizzazioni sindacali Filt-Cgil Fit-Cisl, Uil e Ugl Trasporti – ha dichiarato Andrea Ragnetti, amministratore delegato di Alitalia – è frutto di un ottimo lavoro concertativo dove il senso di responsabilità di tutti ha prevalso.

Il risultato permette di tutelare i livelli occupazionali garantendo, nel contempo, l’esigenza dell’azienda di aumentare l’efficienza. L’accordo infatti si inserisce in un percorso di definizione del nuovo contratto di settore e si prefigge di non pregiudicare i target di costo previsti dal piano industriale, anche con l’individuazione e l’ottimizzazione di strumenti di flessibilità già previsti dalla contrattazione aziendale.

“Sono certo che ora – conclude Ragnetti – con uno spirito più sereno, lavoreremo tutti insieme, da vera squadra, affrontando le difficoltà che ancora ci troviamo davanti, per portare a compimento un progetto nato 4 anni fa e che ora è alla nostra portata: fare di Alitalia una storia di successo di cui andare fieri”.

“A partire dalla condivisione di ricercare strumenti alternativi agli esuberi previsti dal piano aziendale, si apre una nuova fase di relazioni ed  auspicabilmente di confronto propositivo”. Così Filt Cgil,  Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl trasporti commentano l’accordo sottoscritto con Alitalia, a partire dal piano industriale della Compagnia, sottolineando che ”il piano sarà al centro del confronto che si avvia e che vedrà le organizzazioni sindacali sfidare l’azienda sul tema della produzione e dei ricavi, l’unica via per la difesa dell’occupazione”.

“La nostra – sostengono infine le organizzazioni sindacali – è un’assunzione di responsabilità che necessità coerenza nei comportamenti e negli atti da parte del capo aziendale e dei suoi manager”.

Potrebbero interessarti anche