Il Cipe “sblocca” i lavori della metro C

Cantiere_metro_CArrivano dal comitato interministeriale 81,1 milioni di euro. Il sindaco Alemanno parla invece di 253 milioni

 

ROMA – Il Cipe ha approvato, nella riunione di oggi, il finanziamento di 81,1 milioni di euro a favore della linea C della metropolitana di Roma, per evitare il blocco dei lavori, dal valore complessivo di 1,38 miliardi di euro, a causa di contenziosi in corso. E’ quanto si legge sul sito di Palazzo Chigi.

Segue una dichiarazione trionfalistica del sindaco Alemanno il quale parla di 253 milioni sbloccati dal Cipe dopo otto mesi “che permettono di mantenere aperti i cantieri della Metro C senza la sospensione dei lavori più volte temuta in questo periodo”.

Non è chiara al momento la differenza di cifre tra le due versioni, quella ufficiale del Cipe e quella annunciata dal primo cittadino, a meno che gli 81 milioni servano a sbloccare ulteriori mutui per la realizzazione dell’opera.

“Alla delibera del Cipe che garantirà l’arrivo della Metro C da San Giovanni fino al Colosseo, hanno contribuito lo Stato, la Regione e Roma capitale”, ha poi aggiunto il sindaco, precisando che la tratta dopo il Colosseo dovrà essere finanziata con il Project Financing”.

Secondo Alemanno dal Cipe arriva “un segnale di estrema importanza, perché la metro C è l’infrastruttura di carattere trasportistico più grossa in costruzione in Italia in questo momento. Ringrazio il governo Monti e i ministri competenti – ha concluso Alemanno – per questo importante segnale dato alla città di Roma”.

L’assessore capitolino alla mobilità, Antonella Aurigemma, ha aggiunto che “la città di Roma contribuirà per oltre 150 milioni di euro sull’importo totale”.

Potrebbero interessarti anche