Adr, Cda rinvia budget e piano industriale

fiumicino-interno-sliderIn attesa del decreto del Governo. Non approvato il piano investimenti da 2,5 miliardi di euro

 

ROMA – Gemina e Adr rinviano l’approvazione del budget 2013 e del piano industriale Adr 2013-2022 a gennaio prossimo ”in attesa del completamento dell’iter di approvazione della convenzione – contratto di programma da parte del governo italiano”.

E’ quanto si legge in una nota della società che tiene a sottolineare come “la mancata approvazione” del contratto di programma “entro il 31 dicembre 2012, termine fissato per legge, comporterebbe una insostenibile situazione di incertezza normativa, operativa e finanziaria”.

“Il Consiglio di Amministrazione di Gemina nella riunione odierna – si legge – ha deliberato di rinviare a gennaio del prossimo anno l’approvazione del budget Gemina e Adr 2013 e del piano industriale Adr 2013-2022, non essendosi ancora concluso l’iter di approvazione della Convenzione – Contratto di Programma e la relativa regolamentazione. Pertanto, non è stato possibile approvare il piano degli investimenti di 2,5 miliardi di euro da realizzarsi nel prossimo decennio”.

Lo scorso 25 ottobre, ricorda la nota “l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (Enac) e Aeroporti di Roma (Adr) hanno firmato la Convenzione – Contratto di Programma, definendo un quadro regolatorio in linea con la migliore prassi internazionale. L’efficacia di tale atto è subordinata all’approvazione con decreto da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri – su proposta del ministro delle Infrastrutture, di concerto con il ministro dell’Economia – entro il 31 dicembre 2012. La mancata approvazione entro detto termine, fissato per legge, comporterebbe una insostenibile situazione di incertezza normativa, operativa e finanziaria”.

Il Consiglio di Amministrazione ha poi approvato “il nuovo Codice di Autodisciplina Gemina, conformemente alle indicazioni di Borsa, ha in particolare rafforzato la centralità dell’azione del Consiglio di Amministrazione e dei Comitati e razionalizzato il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi. La Relazione sul Governo Societario, che sarà pubblicata nel 2013, conterrà maggiori informazioni sull’applicazione del Nuovo Codice. Il Codice di Autodisciplina, sarà pubblicato sul sito web della società”.

Inoltre, “in data odierna – prosegue la nota – il Consiglio di Amministrazione di Gemina – cui lo Statuto Sociale attribuisce la facoltà in merito all’adeguamento dello stesso in attuazione di disposizioni normative – ha approvato alcune modifiche dello Statuto conseguenti all’entrata in vigore della Legge n. 120 del 12 luglio 2011 relativa alla parità di accesso agli organi di amministrazione e controllo delle società quotate. Le modifiche, finalizzate ad assicurare l’equilibrio tra i generi nella composizione dell’organo di amministrazione e di controllo, riguardano gli articoli 11, 12, 20 dello Statuto, inerenti le modalità di nomina del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale e la eventuale sostituzione di Amministratori e Sindaci nel corso del mandato”.

Potrebbero interessarti anche