11:32 | Casa, inquilini “invadono” assessorato urbanistica

“Questa mattina gli inquilini del Piani di Zona del II P.E.E.P. hanno invaso l’assessorato alle Politiche Urbanistiche, guidato dall’assessore Marco Corsini per chiedere di mettere fine alla truffa che vede più di duemila alloggi destinati all’emergenza abitativa a canone agevolato (legge 167/92 – edilizia agevolata convenzionata), in realtà affittati o venduti a prezzi di mercato”. Lo rende noto in un comunicato Asia-Usb.

“Nelle ultime settimane – prosegue la nota – la Procura di Roma ha emesso provvedimento di sequestro cautelativo per 326 alloggi. Le indagini hanno permesso di accertare, allo stato attuale, l’applicazione di prezzi di cessione e di canoni di locazione notevolmente superiori a quelli previsti dalla normativa di settore, in quanto non decurtati dell’importo dei contributi regionali erogati per le specifiche finalità assistenziali. Di conseguenza gli inquilini, piuttosto che usufruire, come previsto, dei benefici dell’intervento pubblico nel settore edile, hanno sostenuto e tuttora sostengono canoni di affitto per importi sostanzialmente analoghi o superiori a quelli di mercato. Comune di Roma e Regione Lazio che avrebbero dovuto vigilare nonostante le denuncie degli inquilini e del sindacato Asia Usb, non procedono ancora ad oggi ai ricalcoli dei canoni e costringono gli inquilini a pagare cifre paragonabili al libero mercato”.

“L’assessore Corsini del Comune di Roma, nonostante l’intervento della magistratura, non provvede ancora a rivedere le Convenzioni truffaldine e non tutela gli inquilini procedendo immediatamente alla revisione dei calcoli di locazione ingiustamente pagati fino ad ora. Forse è più impegnato a proporre nuove cementificazioni e nuove urbanizzazioni con le stesse caratteristiche?”, conclude Asia.

Potrebbero interessarti anche