12:19 | Elezioni, l’avvocato Taormina si candida alla Regione Lazio

“Mi candido alla presidenza della Regione Lazio con Lega Italia in una coalizione di ispirazione liberale, collocata nell’area di centrodestra”. Lo ha detto l’avvocato Carlo Taormina, ai microfoni di Radio Ies, nel corso della trasmissione ‘Dalle 10 alle 12’.

“Siamo scesi in campo perché abbiamo ritenuto possibili certi apparentamenti con forze politiche più significative, pur nella necessità di rimarcare le differenze da queste grandi forze, a partire proprio dal Pdl. L’apparentamento però non c’è stato e – prosegue l’avvocato – credo a causa della mia presenza. Le ragioni per cui mi sono allontanato sono note: non ero tra gli ‘yes man’ del partito, ho sempre cercato di dire a Berlusconi quello che pensavo e quali fossero gli errori che stava commettendo, soprattutto in merito al vulnus che veniva inferto alla cultura liberale. Noi siamo nati all’insegna della rivoluzione liberale, che a mio avviso è stata tradita”.

“Per questo – ha aggiunto Taormina – Berlusconi si assume tutte le responsabilità di aver fatto mancare al suo raggruppamento politico qualcosa di forse non decisivo, ma comunque interessante”.

“Intervenire immediatamente per abolire gli sprechi e abbattere i costi della politica, questi sono i miei primi obiettivi da candidato alla presidenza della Regione Lazio. Se entrerò in Consiglio Regionale – ha continuato – mi batterò per abolire l’articolo 3 bis della legge regionale che riguarda il finanziamento dei gruppi in modo che non possano avere un euro per l’attività politica.

“Abbandonare la professione? Come ho già fatto anche in passato – ha concluso l’avvocato – non abbandonerei la mia attività professionale perché non faccio della politica una mia fonte di reddito”.

Potrebbero interessarti anche