Salini entra nella “tana” di Gavio

Salini_SLIDERIl costruttore romano, dopo la conquista di Impregilo, prende lo 0,2% dell’Autostrada Torino-Milano

 

ROMA – All’ordine del giorno dell’assemblea degli azionisti dell’Autostrada Torino-Milano c’erano soltanto il cambio dell’oggetto e della ragione sociale (in Astm), la nomina di un amministratore e il primo esame dei risultati dell’esercizio 2011 appena concluso. Invece quando si è aperto il libro dei soci per l’elenco dei diritti al voto, si è “scoperto” che tra gli share holder della società controllata dai Gavio c’è anche il “nemico n. 1”, cioè l’impresa  Salini con lo 0,2%.

E’ ancora vivo infatti il ricordo dello scontro tra i due big delle costruzioni e delle concessioni per la conquista di Impregilo conclusa con la vittoria del costruttore romano dopo un durissimo braccio di ferro condotto in Borsa e nelle aule giudiziarie (dove peraltro c’è ancora qualche strascico).

Salini ha acquistato azioni della società Autostrada Torino-Milano quotata in Borsa (ieri l’azione valeva 7,92 euro, in lieve flessione), la cui maggioranza assoluta è detenuta dai Gavio con il 51%, con Lazard al 9,9% e Generali al 4,9% tra gli azionisti più importanti.

Ovviamente non sono note le ragioni che hanno indotto Salini ad entrare nella tana dello storico avversario. Sono tuttavia facilmente ipotizzabili dal momento che nella società autostradale dei Gavio c’è l’investimento effettuato per Igli, la società veicolo che detiene il 29,9% di Impregilo che Gavio, proprio in vista dello scontro finale con Salini, aveva rilevato dagli altri due soci storici  Benetton e Ligresti.

Potrebbero interessarti anche