16:10 | Patenti facili, dieci funzionari Motorizzazione Civile rischiano processo

In dieci rischiano il processo a Roma nell’ambito dell’inchiesta sulle cosiddette “patenti facili”. Si tratta di funzionari della Motorizzazione Civile di Roma, titolari di agenzie automobilistiche e immigrati, per lo più cinesi e bengalesi. Il reato contestato dai pubblici ministeri, Roberto felici e Carlo La Speranza, della Procura di Roma, e’ quello di concorso in concussione e induzione in errore di pubblico ufficiale.

L’inchiesta, che risale al 2011, ha fatto luce su un giro di “patenti facili” che venivano fornite agli immigrati che pagavano una mazzetta che andava dai duemila ai 4000 euro. A questi venivano forniti i test con le risposte per l’esame della patente di guida che veniva superato, come emerso dall’inchiesta, anche da persone che non sapevano guidare e che non conoscevano la lingua italiana. Nel corso delle indagini sono state eseguite intercettazioni ambientali e telefoniche. Rischiano ora il processo quattro funzionari della Motorizzazione Civile di Roma e due titolari di autoscuole oltre a diversi immigrati. L’inchiesta e’ stata condotta dal Gruppo Sicurezza Pubblica della Polizia di Roma Capitale.

Potrebbero interessarti anche