17:49 | Sanità, commissione errori sanitari: su 570 casi malasanità, 63 nel Lazio

Sono complessivamente 570 i casi di presunta malasanità, tra errori del personale e disfunzioni, arrivati all’esame della Commissione da aprile del 2009 a dicembre 2012, di cui 400 i casi di decesso del paziente. Su 570 casi monitorati, 63 si sono verificati nel Lazio. E’ quanto emerge dalla relazione conclusiva della commissione d’inchiesta “Errori sanitari” presentata a Palazzo San Macuto.

Secondo la Commissione “gli eventi più frequenti sono nelle regioni in disavanzo, sottoposte ai piani di rientro”. Gli episodi di malasanità non sempre però hanno a che fare con l’errore diretto dell’operatore: “Spesso – si legge nella relazione – questi episodi derivano da disservizi, carenze, strutture inadeguate, inefficiente servizio di eliambulanza, lunghe attese al pronto soccorso, difficoltà di trasferimenti del paziente da un ospedale a un altro, casi di infezioni ospedaliere”.

“Le regioni che spendono di più non necessariamente hanno un’assistenza migliore – si legge ancora nel documento – mentre la minore qualità dell’assistenza costa in termini di risarcimenti e assicurazioni. E’ lecito manifestare, quindi, il timore che le riduzioni di bilancio e la riorganizzazione dei servizi provochino una diminuzione dell’offerta di cure e un possibile ulteriore scadimento della qualità delle medesime, fenomeno che rischia di creare un circolo vizioso e che deve essere assolutamente evitato attraverso politiche di riduzione degli sprechi e di aumento dell’efficienza ancora più incisive nelle regioni a rischio”.

Potrebbero interessarti anche