Cambi della guardia ai vertici istituzionali

Consulta_sliderDomani elezione del presidente della Consulta. Oggi l’insediamento del presidente del Consiglio di Stato

 

ROMA – I quindici giudici della Corte Costituzionale si riuniscono domani per eleggere alla presidenza il successore di Alfonso Quaranta, scaduto ieri. Per ricomporre il plenum della Corte, oggi Giancarlo Coraggio ha giurato nelle mani del Presidente della Repubblica, perfezionando così la sua nomina a giudice costituzionale, e come matricola voterà domani insieme agli altri “colleghi”.

L’elezione avviene a scrutinio segreto a maggioranza assoluta degli aventi diritto e con eventuale ballottaggio. Per evitare che si conosca all’esterno il voto espresso dai singoli giudici, le schede vengono bruciate subito dopo il voto, come avviene per il conclave. Se anche questa volta sarà seguito il criterio dell’anzianità di carica, invalso da parecchio tempo, il 36° presidente della Consulta (aveva aperto la serie Enrico De Nicola nel 1956) sarà Franco Gallo, nominato il 14 settembre 2004 e vicepresidente dal 6 dicembre del 2011.

Gallo, 75 anni, romano di origine siciliana, è laureato in Giurisprudenza all’università La Sapienza di Roma ed ha insegnato diritto tributario negli atenei romani ‘Luiss’ e ‘Tor Vergata’. Membro dell’Accademia dei Lincei, ha ricoperto l’incarico di ministro delle Finanze nel governo Ciampi. Essendo la durata del mandato di giudice costituzionale di nove anni, il suo sarebbe dunque un mandato breve destinato a concludersi a settembre di quest’anno…Qualora invece nel segreto dell’urna, i giudici, o la maggioranza di essi, derogasse a questa regola non scritta, potrebbero tornare in corsa, secondo voci di corridoio, anche Luigi Mazzella o Gaetano Silvestri.

Cambio della guardia anche alla presidenza del Consiglio di Stato. Giorgio Giovannini si è insediato oggi ufficialmente a Palazzo Spada, prendendo il posto di Giancarlo Coraggio appena eletto, come abbiamo visto, giudice della Corte Costituzionale.
Nato a Roma nel 1943, laureato in giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma, il nuovo Presidente del Consiglio di Stato Giorgio Giovannini, è consigliere di Stato dal 1974, presidente del Tar Lazio dal 2008 al 2012, presidente aggiunto del Consiglio di Stato e presidente della VI Sezione dal marzo dell’anno scorso.

Potrebbero interessarti anche