17:31 | Ferrovie, Roma-Viterbo, concluso il restyling della fermata di Due Ponti

Dopo la riapertura di agosto della nuova Centro Rai e quelle precedenti di Euclide, Acqua Acetosa, Campi Sportivi, Monte Antenne, Tor di Quinto e Labaro, da venerdì scorso e’ in servizio la nuova fermata Due Ponti che sostituisce la vecchia fermata adiacente, rimasta in funzione fino alla scorsa settimana, della ferrovia Roma-Viterbo.

Grazie all’investimento della Regione Lazio, circa un milione di euro, e’ stato possibile anche per Due Ponti realizzare una profonda opera di ammodernamento che garantisce massima accessibilità ai diversamente abili, maggior comfort e sicurezza per tutta l’ utenza e adeguamento della struttura alla politica antievasione di Atac.

Gli interventi hanno riguardato la realizzazione di un nuovo sottopasso di collegamento tra le due direzioni del treno e il rialzamento delle nuove banchine, ora coperte da pensiline metalliche, al livello del piano di ingresso ai treni. Garantito così l’incarrozzamento a raso dei disabili in carrozzina.

Le opere per l’ abbattimento delle barriere architettoniche hanno riguardato inoltre l’ introduzione di rampe di accesso; la realizzazione di due ascensori (uno per banchina) e la predisposizione di un sistema di guida per i non e ipovedenti. Lo standard Loges (Linea Orientamento Guida e Sicurezza), un sistema costituito da superfici dotate di rilievi studiati appositamente per essere percepiti sotto i piedi, integrato con “mappe tattili” montate in punti strategici all’ interno della stazione, che permettono di descrivere gli spazi, i percorsi, gli ostacoli e i servizi presenti in stazione.

Maggior sicurezza garantita dall’ installazione di un nuovo sistema di videosorveglianza e illuminazione degli ambienti. Mentre, anche per Due Ponti, la dotazione di sistemi di tornelleria di ultima generazione servirà a scoraggiare l’evasione tariffaria.

Tutti i lavori sono stati realizzati senza creare pregiudizio al servizio e mantenendo attiva la fermata di Due Ponti attraverso l’utilizzo delle vecchie banchine.Rimangono da attivare i due ascensori per i quali Atac e’ in attesa del necessario nullaosta dell’ ente ministeriale preposto al collaudo degli impianti.

La prossima tappa del piano di intervento sulle infrastrutture della tratta urbana della Roma-Civita Castellana-Viterbo, riguarderà la riapertura della nuova stazione di Prima Porta, in avanzata fase di esecuzione, e la partenza dei lavori per la nuova stazione capolinea di Piazzale Flaminio, prevista per il 2013.

Potrebbero interessarti anche