12:12 | Carburanti, non si fermano aumenti, benzina torna sopra 1,9 euro

Il giro di rialzi sulla rete carburanti, dopo il ritocco avviato mercoledì da Eni, si chiude questa mattina con un sostanziale allineamento che vede tutti i marchi intorno a quota 1,86 euro/litro sulla benzina e poco sotto 1,78 sul diesel. Ma al Centro, si registra il ritorno della “punta” sopra quota 1,9 euro/litro dimenticata da poco prima della scorsa estate. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana e Quotidiano Energia, questa mattina hanno messo mano ai listini IP, Q8, Shell e Tamoil.

Sulla “verde” sono intervenuti Tamoil e Shell (+1 cent euro/litro), IP (+ 0,5) e Q8 (+ 0,4). Q8 e Shell hanno aumentato anche il prezzo del diesel rispettivamente + 0,4 e + 0,5 cent. Sul diesel spicca invece il ritocco al ribasso di IP (-0,4 centesimi). e il rialzo di Q8 (+0,9 centesimi). Salgono ancora le medie ponderate nazionali dei prezzi tra le diverse compagnie in modalità servito: la benzina e’ questa mattina a 1,839 euro/litro (+0,4 centesimi), il diesel a 1,766 euro/litro (+0,1 centesimi). Invariati il Gpl a 0,844 euro/litro e il metano a 0,989 euro/kg.

I prezzi internazionali, intanto, dopo i rialzi di inizio settimana, restano poco mossi, condizionati soprattutto dall’euro in fortissima ascesa, ieri a quota 1,355 sul dollaro. La quotazione della benzina si e’ attestata ieri a 618 euro per mille litri (-2), quella del diesel a 627 euro per mille litri (+1).

Potrebbero interessarti anche