Nicola Zingaretti – Pd – Regione

zingarettiSanità, costruire un sistema di valutazione entro dodici mesi. Spazio alla meritocrazia

Costruire un efficace sistema di valutazione in ambito sanitario per dare certezza alla pianificazione sulla base di criteri oggettivi di monitoraggio e controllo degli obiettivi. E’ l’impegno che intende assolvere “entro il primo anno di governo” il candidato alla presidenza della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, nel caso in cui vincerà le elezioni.

Parlando all’Auditorium dell’Ospedale Forlanini, a fianco di Pier Luigi Bersani, Zingaretti ha indicato come priorità la riforma radicale della struttura amministrativa regionale, una ricognizione delle migliori esperienze presenti in Italia e il rilanci dell’Agenzia di Sanità pubblica, che deve diventare un moderno strumento di monitoraggio della qualità della sanità laziale.

Zingaretti ha rilanciato nuovamente il tema della meritocrazia di tutte le nomine in ambito sanitario, dicendosi pronto a istituire una commissione ‘terza’ che verificherà le candidature ricevute sulla base dei migliori curricula disponibili (“italiani ma anche europei”) e selezionerà gli idonei tra i quali verranno scelte le persone chiamate a dirigere Asl e ospedali; tutto in maniera trasparente e verificabile sui siti web della Regione.

Zingaretti ha quindi proposto la costruzione del sistema OpenSanità, per rendere disponibili su internet tutti i dati della sanità del Lazio, non solo sulla governance, ma anche sull’appropriatezza e l’esito del sistema di cure. Infine, per cancellare sprechi e irregolarità, ha ribadito la necessità di una centrale unica degli acquisti, capace di avvalersi delle best-practice esistenti sul territorio.

“La meritocrazia – ha sottolineato nel suo intervento – deve essere rispettata per tutte le figure apicali, chiameremo i migliori d’Italia o d’Europa, se ce ne sarà bisogno, non i più fedeli. Le nomine dovranno essere quindi “alla luce del sole e la pubblicazione degli open data impedirà qualsiasi perpetuarsi di truffe. Il sistema di valutazione dovrà essere fatto in modo che “gli obiettivi siano valutati mese per mese e chi sbaglia se ne va prima dei tre anni”.

Potrebbero interessarti anche