15:14 | Fisco, scoperta maxi evasione da 16 mln, una denuncia

Dopo circa sei mesi di indagini la Guardia di Finanza di Ceprano ha concluso una complessa attività investigativa, coordinata dall’Autorità Giudiziaria di Frosinone, ha scoperto un’ evasione fiscale da 16 milioni di euro. A finire nel mirino delle fiamme gialle sono stati alcuni operatori economici operanti nel frusinate, che intrattenevano rapporti d’affari, ritenuti sospetti, con una società operante nel settore della telefonia, con sede a Roma, amministrata da un cittadino inglese.

Lo sviluppo e l’approfondimento degli interessi economici gravitanti su quest’ultimo, riconducibili a vari soggetti economici operanti sul territorio nazionale e con collegamenti in altri Paesi, anche extra europei come le Antille olandesi, hanno consentito di individuare la società, che negli ultimi anni ha effettuato un volume di vendite per importi considerevoli grazie ai numerosi clienti sparsi in tutta Italia, omettendo tuttavia, in maniera sistematica, di presentare le dichiarazioni fiscali.

Le investigazioni eseguite hanno consentito di ricostruire il volume di affari realizzato dalla società romana negli ultimi anni e di quantificare una base imponibile sottratta a tassazione per un ammontare complessivo di 16 milioni di euro e violazioni all’Iva per oltre 3 milioni di euro in termini di imposta evasa.

Il legale rappresentante della società e’ stato segnalato alla competente Autorità Giudiziaria per i reati di omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali e di occultamento delle scritture contabili; nei suoi confronti, inoltre, e’ stata richiesta l’applicazione dell’istituto del sequestro preventivo finalizzato alla confisca per valore equivalente all’imposta complessivamente evasa dei beni mobili ed immobili di proprietà.

Potrebbero interessarti anche