13:09 | Rai, rinnovato contratto lavoro, 130 euro di aumento e una tantum

Dopo 37 mesi di trattative rinnovato nella tarda serata di ieri il contratto di lavoro del personale non giornalistico della Rai. Questi, informa una nota di Libersind-Confsal, i punti salienti dell’accordo.

Per la parte normativa, i capitoli relativi a: mercato del lavoro, ove si prevede l’adozione per il futuro dei contratti di apprendistato professionalizzante; azioni di ottimizzazione e razionalizzazione nell’utilizzo del personale interno attraverso la flessibilità di alcune figure professionali; applicazione di nuovi modelli produttivi al fine di ridurre l’incidenza degli appalti esterni e dei relativi costi.

Per la parte economica: una tantum di 2400 euro livello medio a copertura del triennio 2010-2012, la somma di 1180 euro parametrate a parziale recupero del PdR 2011 non corrisposto, 1800 euro di una tantum per il personale a TD, incremento retributivo mensile pari a 90 euro livello medio (di cui 45 euro in EdR) con decorrenza aprile 2013 ed ulteriori 40 euro livello medio con decorrenza novembre 2013.

”Il sindacato autonomo Libersind Confsal – afferma il segretario generale Giuseppe Sugamele – esprime grande soddisfazione per il raggiungimento di un accordo che coniuga il rilancio della produzione interna, la valorizzazione dei dipendenti a tempo indeterminato e determinato dei centri di produzione e delle sedi regionali, con un adeguato recupero salariale atteso da anni”.

Potrebbero interessarti anche