Fumata nera per la vendita di La7

Tarak_Ben_AmmarIl Cda Telecom ha rinviato la cessione degli asset televisivi per “mancanza di tempo”. Il margine di TiMedia crolla del 44%

 

ROMA – Fumata nera. Nessuna decisione è stata presa sul dossier TiMedia e in particolare su La7 nel consiglio d’amministrazione di Telecom Italia di ieri, giovedì 7 febbraio. La trattativa sulla vendita è stata infatti rinviata a un nuovo Cda. A darne notizia è stato il consigliere Tarak Ben Ammar, al termine del board.

Lascia sorridere la “giustificazione” addotta dal manager e finanziere: «Per motivi di tempo non abbiamo trattato l’argomento», ha detto Ben Ammar, «non abbiamo finito l’agenda, su questo e su altri due punti ci siamo riaggiornati a un nuovo Cda». Insomma sembra confermato quanto si diceva nei giorni precedenti: possibile slittamento a dopo le elezioni del processo di vendita.

Il bilancio in rosso di TI Media sembrerebbe aver complicato la vendita de La7, che alla luce dei conti del gruppo, rischia sempre più di diventare una svendita. Il board di Telecom Italia, riunito ieri, non ha avuto tempo di esaminare le tre offerte arrivate sul tavolo del cda da Cairo Communications, fondo Clessidra e quella dell’outsider Centro Europa 7.

TI Media, stando ai dati preliminari, chiude il 2012 con ricavi a 222,3 milioni di euro in calo del 6,7%, Ebitda negativo per 44,8 milioni a fronte di un risultato positivo per 27,3 milioni nel 2011, e un indebitamento finanziario netto di 260,1 milioni di euro, in aumento di 121,4 milioni di euro rispetto all’anno scorso.

Per quanto riguarda in particolare La7 i ricavi sono pari a 123,2 milioni di euro (-11,6%) e la raccolta pubblicitaria lorda complessiva è pari a 179,1 milioni (-3,5%) «pur in un contesto di estrema criticità per l’intero comparto televisivo nazionale” che vede la raccolta pubblicitaria in calo del 15,3%. Il margine operativo lordo è negativo per 66,3 milioni di euro e pesa «l’incremento dei costi di palinsesto dei canali La7 e La7d oltre che il mancato apporto di redditività delle attività di Competence Center», spiega una nota.

I ricavi di Mtv sono pari a 55,2 milioni (-25,2%) e il margine operativo lordo è negativo per 10,7 milioni di euro. I ricavi dell’operatore di Rete (Timb) sono invece saliti a 75,1 milioni di euro (da 54,9 milioni) e il margine operativo lordo è pari a 43,2 milioni di euro (contro i 22,9 del 2011).

Potrebbero interessarti anche